Centri estivi: gradualità nelle aperture

Apertura centri estivi. Incontro stamattina in Regione tra gli assessori Lanzarin e Donazzan, Cgil Cisl Uil confederali e di categoria, gestori dei centri, presidente regionale pediatri veneti. PERPLESSITÀ SU UNA RIAPERTURA GENERALUZZATA IL PRIMO GIUGNO. La Cgil ha chiesto di procedere con gradualità e sperimentazioni mirate al fine di mettere …

Coronavirus: niente lavoro agile al polo museale

Niente smart working (se non per una sola giornata e dopo grandi insistenze) alla direzione regionale dei musei (ex polo museale) nonostante le raccomandazioni e le campagne del Ministro Franceschini per adottare tutte le misure di sicurezza contro il contagio da coronavirus. La tensione e la preoccupazione dei 180 lavoratori …

Ex Veneto Agricoltura: presidio venerdì 22 novembre

Ultimo atto, davanti al tribunale di Venezia, del lungo braccio di ferro tra i lavoratori ex Veneto agricoltura e la Regione dopo che, con la trasformazione dell’Ente in Avisp (agenzia della Regione) è stato applicato un contratto anomalo e penalizzante per i lavoratori.Forti della pronuncia della Corte Costituzionale che ha …

Venezia: più risorse per le soprintendenze a corto di organico

Le sollecita la Fp Cgil a fronte delle gravi carenze di organico che incidono sulle capacità di monitoraggio del patrimonio. Ciò è indispensabile sia per quantificare i danni dopo il disastro del 12 novembre che per creare un sistema di pronto intervento per eventi futuri.Lo dicono Debora Tosato, Coordinamento regionale …

Sanità privata: è sciopero per il contratto

Sarà sciopero il 20 settembre in tutte le strutture della sanità privata del Veneto con una manifestazione regionale a Negrar davanti all’ospedale Sacro Cuore dalle 10 alle 13. La vertenza riguarda il rinnovo del contratto che interessa in regione oltre 10.000 tra infermieri, tecnici, operatori sanitari ed amministrativi e che, …

Abolizione superticket in sanità per i redditi bassi

La Regione Veneto abolisce il superticket per le prestazioni sanitarie alle persone con reddito inferiore ai 29.000 euro. La misura entrerà in vigore partire dal primo gennaio 2020 e, come spiega l’assessore regionale alla sanità, Manuela Lanzarin, è stata resa possibile dal riparto tra le Regioni di una somma complessiva …