Cgil Veneto: “ascoltiamo l’allarme di Crisanti”

L’allarme del professor Crisanti sui rischi che sta correndo il Veneto va ascoltato. L’appello alla responsabilità del Sindacato. Dichiarazione di Christian Ferrari, segretario generale Cgil Veneto: “Ci sono diversi elementi che destano grande preoccupazione circa la diffusione del Coronavirus nella nostra Regione.Intanto i numeri: negli ultimi giorni siamo la seconda o la terza …

Cassa integrazione: INPS veneto primo in Italia per pratiche evase

La dichiarazione di Christian Ferrari, Segretario Generale Cgil Veneto: “Un coordinamento molto forte tra Inps e Parti sociali ci ha permesso di essere la prima regione in Italia come numero di pratiche evase e soprattutto come tempistica più veloce.Man mano che le imprese forniscono la rendicontazione delle ore di cassa …

Centri estivi: gradualità nelle aperture

Apertura centri estivi. Incontro stamattina in Regione tra gli assessori Lanzarin e Donazzan, Cgil Cisl Uil confederali e di categoria, gestori dei centri, presidente regionale pediatri veneti. PERPLESSITÀ SU UNA RIAPERTURA GENERALUZZATA IL PRIMO GIUGNO. La Cgil ha chiesto di procedere con gradualità e sperimentazioni mirate al fine di mettere …

Non si gioca con la roulette russa sulla salute di cittadini e lavoratori

Caro Zaia, non si gioca alla roulette russa con la salute dei cittadini e dei lavoratori veneti. Dichiarazione di Christian Ferrari, segretario generale Cgil Veneto: “Sono molto preoccupanti le parole utilizzate dal Presidente della Regione Veneto per commentare le aperture indiscriminate di lunedì 18 maggio. Chi ha la massima responsabilità …

No ad aperture al buio e senza regole

Le riaperture al buio e senza regole di Zaia rappresentano un pericolo molto serio per la salute delle lavoratrici e dei lavoratori veneti. Dichiarazione di Christian Ferrari, segretario generale Cgil Veneto: “Ad ascoltare le dichiarazioni rilasciate oggi dal Presidente Zaia, c’è davvero da essere preoccupati in vista di cosa potrà …

CGIL Veneto a Confindustria: no al taglio dell’Irap

Inaccettabile l’idea di Confindustria Veneto di ridurre l’Irap, ossia l’imposta che finanzia quella sanità pubblica di cui stiamo vedendo l’assoluta necessità. L’alternativa sarebbe scaricarne l’onere sui pazienti in una regione in cui, fra l’altro, una fetta di popolazione rinuncia alle cure per ragioni economiche. D’accordo, invece, sull’accelerazione dei pagamenti della …