COMDATA: SCIOPERO CONTRO LE CHIUSURE

Per venerdì 18 maggio è indetto lo sciopero nazionale dei lavoratori di Comdata contro la chiusura delle sedi di Padova e Pozzuoli, per il mantenimento di tutti i siti produttivi e la difesa del perimetro occupazionale messo concretamente in discussione dal management. Lo annunciano le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil. Non è possibile, dicono, che una multinazionale quale Comdata, con circa 10.000 dipendenti soltanto in Italia, non sia in grado di trovare soluzioni alternative alla chiusura di due sedi, creando un pericoloso precedente per altre sedi ed altri lavoratori.

continua a leggere

POSTE: SCIOPERO IN TUTTI GLI SPORTELLI DEL VENETO

Sabato 31 marzo è sciopero in tutta la regione dei dipendenti delle poste impiegati agli sportelli (sono esclusi i postini addetti al recapito). La protesta è proclamata dalla SLC Cgil a livello ragionale per manifestare contro condizioni di lavoro ritenute “impraticabili perfino per l’apertura degli uffici postali e l’attività quotidiana”, a fronte della carenza di personale. La situazione, aggiunge la SLC è “particolarmente acuta nelle zone montane e pedemontane, in quei piccoli uffici dove i colleghi non ne possono più”.

continua a leggere

DIRITTI E LAVORO NELLO SPORT: INCONTRO A MOGLIANO

“Come tutelare i diritti ed il lavoro nel mondo dello sport”, questo il tema dell’incontro organizzato da Cgil Veneto, Slc e Nidil per venerdì 2 febbraio (ore 8,30) a Mogliano (villa Braida). L’iniziativa riguarda in particolare le collaborazioni sportive ed i pericoli di sfruttamento dei lavoratori, recentemente segnalati da Nidil a livello nazionale, in relazione ai quali viene avviato un progetto di sperimentazione nel Veneto.

continua a leggere

POSTE: È SCIOPERO DEGLI STRAORDINARI

Venti giorni di sciopero degli straordinari alle poste in tutta la regione. Lo ha proclamato la slc-cgil del veneto dal 1 al 21 agosto e riguarderà tutti i settori.
I problemi, derivanti da carenze di personale, alto livello di precarietà e peggioramento delle condizioni di lavoro, vanno sempre più acuendosi e nell’estate si è passato il segno.

Di seguito il comunicato della Slc Cgil del Veneto

continua a leggere

A VERONA PER SALVARE LA LIRICA

I lavoratori delle 14 fondazioni lirico sinfoniche italiane sono in piazza con una iniziativa a Verona “al fine di contrastare gli effetti della Legge 160 sulle Fondazioni e affinché vengano assunti gli emendamenti proposti dalle organizzazioni sindacali alla nuova normativa per lo spettacolo dal vivo che rischia di cancellare le Fondazioni stesse”. Per Verona, in particolare, Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Fials Cisal ritengono “necessario arrivare in breve tempo all’ammissione di Fondazione alla Legge Bray per la salvezza e il rilancio di questo Teatro”.

continua a leggere

SEDI REGIONALI RAI: MOBILITAZIONE CONTRO IL DECLASSAMENTO

Prende il via il 3 maggio una mobilitazione nazionale dei sindacati a difesa dell’informazione regionale in Rai. Il testo del rinnovo della convenzione (tra Stato e Rai) di servizio pubblico e radiotelevisivo, da parte della Commissione parlamentare di vigilanza, prevede “il declassamento delle sedi regionali in semplici nuclei redazionali, attraverso improprie collaborazioni, in tale attività, delle tv locali private”. Presidi sono previsti ad Ancona e Trieste, mentre a Venezia una delegazione si recherà a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, dove incontrerà il vice presidente.

continua a leggere