PENSIONATI VENETI NEI TERRENI CONFISCATI ALLA MAFIA. CON LORO CENTINAIA DI GIOVANI PER TESTIMONIARE L’IMPEGNO CONTRO LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA.

Una cinquantina di pensionati aderenti allo Spi Cgil del Veneto saranno impegnati fino a settembre  come volontari nel progetto “Campi Antimafia 2015”,  un’iniziativa che si svolgerà in tutta Italia nei terreni e nelle proprietà confiscate alla criminalità organizzata. continua a leggere

A ROMA PER CHIEDERE IL PIENO RIMBORSO DELLE PENSIONI BLOCCATE DAL DECRETO “SALVA ITALIA” DEL 2011.

Si è svolta la mattina del 24 giugno la manifestazione dei sindacati pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, con appuntamento in piazza del Pantheon a Roma. Una seconda iniziativa si farà a luglio davanti al Senato. continua a leggere

FORESTALI VENETI IL 26 GIUGNO PRESIDIANO IL CONSIGLIO REGIONALE

Il pomeriggio del 26 giugno, a partire dalle ore 15, i 650 forestali veneti presidieranno il consiglio regionale in occasione della seduta di insediamento. Chiedono che siano immediatamente rese operative le delibere che sbloccherebbero il pagamento delle retribuzioni ferme da maggio e le risorse per consentire la prosecuzione dei lavori nei cantieri in cui sono occupati circa 400 stagionali. continua a leggere

CONTROLLO A DISTANZA DEI LAVORATORI: FLASH MOB E MOBILITAZIONI IN TUTTA ITALIA CONTRO IL NUOVO PROVVEDIMENTO

Con due flash mob, a Roma e a Bari, è partita il 23 giugno la campagna itinerante promossa dalla Cgil contro le modifiche all’articolo 4 dello Statuto dei diritti dei Lavoratori sul controllo a distanza previste dal decreto attuativo del Jobs Act. continua a leggere

DECRETO ENTI LOCALI CARENTE SU CENTRI PER L’IMPIEGO E POLIZIA PROVINCIALE

Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fp hanno organizzato per giovedì 25 giugno un presidio a Roma, davanti alla sede della Camera, contro il decreto sugli enti locali che “pone in serio pericolo il destino della polizia provinciale e la tenuta dei centri per l’impiego”. continua a leggere

ASSUNZIONI DEI DISABILI: ADDIO GRADUATORIE. IL JOBS ACT INTRODUCE LA DISCREZIONALITA’ DELLE IMPRESE.

Con il Jobs Act salta nei fatti l’ obbligo da parte delle imprese di rispettare la graduatoria per l’assunzione dei disabili. All’articolo 6 si afferma, infatti, che “i datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici assumono i lavoratori mediante richiesta nominativa”. continua a leggere