CONSUMO DI SUOLO: LE NORME SIANO PIÙ STRINGENTI

La Cgil del Veneto ha presentato in audizione al consiglio regionale alcune riserve sul disegno di legge relativo al consumo di suolo. Il testo infatti, oltre a delegare a successivi provvedimenti di Giunta criteri fondamentali, prevede alcune eccezioni e deroghe e consente nei fatti un ampliamento delle aree di edificazione.

continua a leggere

NO ALLA FUSIONE TRA VENETO BANCA E BPVI: LO DICE LA CGIL DEL VENETO

Questa la dichiarazione di Elena Di Gregorio, Segretaria Generale della Cgil del Veneto, e di Chiara Canton, Segretaria Generale della Fisac Cgil (sindacato bancari) del Veneto

“Al di là delle responsabilità di gestione che hanno riguardato le due popolari, di tutte le omissioni che ci sono state negli anni e della scarsa vigilanza da parte degli organi preposti, è necessario che il governo centrale e le istituzioni regionali abbiano come obiettivo la messa in sicurezza del sistema bancario veneto e nazionale.
Bisogna quindi uscire dai facili elementi di propaganda come quelli usati da molti politici locali a partire dal presidente della giunta regionale, Luca Zaia, che invece di partire dalla necessità di nuovi assetti funzionali ad un rapporto tra credito, territorio, imprese, cittadini e risparmiatori, hanno aperto una “saga” tutta localistica sulla grande banca del Veneto”.

continua a leggere

POLO MUSEALE DEL VENETO SITUAZIONE SEMPRE PIÙ CRITICA

Questa la denuncia della situazione da parte di Assunta Motta, Segretaria regionale Fp Cgil

Abbiamo segnalato agli gli organi competenti del Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo – Direzione Generale Organizzazione e Direzione Generale Musei – il grave stato di emergenza che colpisce i musei e gli uffici del Polo Museale del Veneto, mettendo in serio pericolo i diritti dei dipendenti e i servizi al pubblico.

continua a leggere

FERROLI INTENDE DIMEZZARE L’ORGANICO. SCIOPERO NEGLI STABILIMENTI

Seicento esuberi su 1.200 dipendenti, cessione o vendita delle fonderie di Alano di Piave (nel bellunese) e San Bonifacio oltre che della logistica e del comparto dei motori elettrici, accorpamento di altre attività (Lamborgini e Finterm) e spostamento dell’intera attività industriale presso i soli siti di Villanova e Casole d’Elsa: questo il piano lacrime e sangue presentato dal gruppo Ferroli  alle organizzazioni sindacali che ne hanno dato notizia ed hanno già proclamato per oggi, 21 luglio, lo sciopero a San Bonifacio, Villanova e Gambellara ed assemblee di tutti i lavoratori. Esuberi sono annunciati anche all’estero.

continua a leggere

OCCHIALI: C’È L’ACCORDO PER IL NUOVO CONTRATTO

È stata siglata il 19 luglio a Belluno l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto 2016-2018 dell’occhialeria, scaduto lo scorso 31 dicembre. Sono interessati circa 15.000 addetti in 400 imprese (tra le più significative Luxottica, Safilo, Galileo).
L’intesa sottoscritta tra Anfao-Confindustria e Filctem Cgil, Femca Cisl, UiltecUil sarà ora sottoposta alle assemblee dei lavoratori per la definitiva approvazione.

continua a leggere

BITONCI ATTACCA IL CORTEO DEI METALMECCANICI. GLI RISPONDONO FERRARI E TREVISAN

Il sindaco di Padova, Massimo Bitonci, se la prende con la manifestazione dei metalmeccanici, in programma per domani, 20 luglio, perché “crea danni ai commercianti e ai cittadini”.
Così Bitonci, nella cui visione evidentemente la vita democratica e, con essa, la libertà di manifestare in modo pacifico passerebbe in secondo piano rispetto ad una accampata “quiete” delle botteghe, annuncia l’intenzione di eliminare le manifestazioni in centro storico.

continua a leggere