BPVI E VENETO BANCA: INCONTRO IN REGIONE

Preoccupate per la situazione di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, le organizzazioni sindacali hanno incontrato, presso la Regione Veneto, l’assessore al lavoro Elena Donazzan.
“Un primo incontro – riferisce una nota della Fisac Cgil del Veneto – con l’obiettivo di fare una ricognizione delle possibili ricadute che deriverebbero dalla fusione dei due istituti di credito, sia dal punto di vista della tenuta dei livelli occupazionali sia dal punto di vista del tessuto economico e sociale della regione.

continua a leggere

ASILI AI RESIDENTI IN VENETO DA 15 ANNI: DISCRIMINAZIONE INACCETTABILE

Questa la nota della Cgil del Veneto dopo che la Regione ha approvato una legge che dà priorità nell’accesso agli asili ai figli di genitori che risiedono in Veneto da almeno 15 anni:

“Il vincolo dei 15 anni di residenza imposto dalla Regione Veneto per poter iscrivere i propri figli all’asilo nido o alla scuola materna, introduce una discriminazione odiosa e di dubbia costituzionalità non solo ai danni dei bimbi figli di migranti che qui in Veneto vivono, lavorano e pagano pure le tasse, ma anche nei confronti di cittadini di altre regioni che per vari motivi si siano trasferiti qui in Veneto.

continua a leggere

VENETO STRADE ANNUNCIA LA PROCEDURA DI CRISI. È SCIOPERO

Veneto StradePiù di 100 lavoratori di Veneto Strade hanno manifestato davanti alla sede della società mentre era in corso il Consiglio di Amministrazione. Il vertice aziendale ha ricevuto una delegazione di manifestanti e sindacalisti che hanno espresso la propria preoccupazione a fronte delle notizie riguardanti l’apertura dello stato di crisi dell’azienda e del possibile utilizzo di cassa integrazione.

continua a leggere

AREE PROTETTE: LA CGIL IN REGIONE

La CGIL del Veneto ha partecipato all’audizione della Seconda Commissione Consiliare della Regione sulle proposte di legge relative alla disciplina a valorizzazione delle aree protette (parchi).
Riferendosi alle recenti vicende che hanno riguardato i parchi dei Colli e della Lessinia, la Cgil si è detta convinta che non si devono accettare attacchi rozzi e superficiali alla biodiversità rappresentata dall’esperienza veneta e nazionale delle aree protette. Non si può, insomma, agitando la necessità del controllo della popolazione di cinghiali (Parco dei Colli Euganei) e lupi (Parco della Lessinia) ridurre l’area di riserva integrale e consentire l’esercizio della caccia.

continua a leggere

REFERENDUM: ASSEMBLEA A VENEZIA

referendum_2_quesitiSi è svolta il 3 febbraio l’assemblea generale delle delegate e dei delegati della Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia  che ha posto le basi per l’apertura della campagna sui due referendum promossi dalla Cgil sulla responsabilità negli appalti e sui voucher.
“Ormai questi due referendum non sono più della Cgil ma di tutti: lavoratori, pensionati, disoccupati e specialmente giovani che devono entrare nel mondo del lavoro in questo Paese” ha sottolineato Enrico Piron, segretario generale della Cgil di Venezia. “Rimane l’amarezza per la esclusione di un altro importante referendum quello sull’articolo 18, ma noi siamo abituati a rispettare le decisioni della Magistratura anche se stiamo lavorando per un ricorso presso gli organi della giurisdizione europea contro la disciplina legislativa  italiana per verificare la compatibilità con il diritto comunitario”

continua a leggere

L’IMPEGNO DELLA CGIL DI BELLUNO SUI REFERENDUM

volantinoDopo la delibera della consulta Costituzionale che ha dato via libera al referendum su due quesiti, abolizione dei voucher e ripristino della Responsabilità solidale negli Appalti, bocciando invece quello sul ripristino dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, la Cgil di Belluno è fortemente impegnata nella campagna referendaria per i “2 Sì” al voto che dovrebbe svolgersi tra il 15 aprile e il 15 giugno.

continua a leggere