Centri Estivi: si aprano in sicurezza

Lunedì aprono in veneto i centri estivi gestiti da privati e Comuni che si preparano ad accogliere 400.000 bambini. Ma con quali regole per la sicurezza? Lo chiedono con preoccupazione i segretari generali di Cgil Cisl Uil del Veneto, Ferrari, Refosco e Colamarco, che sollecitano un icontro urgente alla Regione. Tra i temi sollevati dal sindacato c’è quello dell’ adeguatezza degli edifici e degli organici, anche a fronte della difficile situazione economica in cui si trovano molti servizi, il nodo delle risorse che dovrebbero essere rese disponibili dal decreto rilancio, ed il fatto che deve essere garantita ovunque la costituzione del comitato per l’applicazione e le verifiche sulle misure di sicurezza.

Vedi il comunicato unitario