Assegno Unico Universale per Figlie e Figli, nonostante i risultati ottenuti per la CGIL rimangono alcune questioni prioritarie irrisolte

L’introduzione dell’AUUF è stata una scelta importante. 
Un sostegno per figlie e figli attraverso uno strumento 
UNIVERSALE – EQUO – CERTO – SEMPLICE 

Nel corso del confronto con Parlamento e Governo abbiamo ottenuto significativi avanzamenti, ma rimangono alcune questioni prioritarie irrisolte che più volte abbiamo sollevato e che determinano forti penalizzazioni economiche per tante famiglie.

A garanzia della salvaguardia dei redditi delle famiglie
CHIEDIAMO:

  • il ripristino delle detrazioni per figli e figlie per chi non può accedere all’AUUF a partire da lavoratrici e lavoratori migranti con figlie e figli residenti nei Paesi di origine;
  • che la maggiorazione, ora transitoria, sia resa permanente, al 100% ed estesa alle famiglie con Isee sotto i 30 mila euro;
  • il riconoscimento degli arretrati per tutte le domande presentate entro la fine dell’anno in corso;
  • l’eliminazione delle penalizzazioni per chi percepisce il Reddito di Cittadinanza, per figlie e figli maggiori di 21 anni con disabilità, per i percettori di assegni ai nuclei con più di 3 figli, per lavoratrici e lavoratori frontalieri, pensionate e pensionati all’estero.

Su queste richieste, la VERTENZA CONTINUA anche con la MOBILITAZIONE, fino a ottenere i CORRETTIVI NECESSARI

Vedi il volantino

DAL BOSCO ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA

Una filiera per Belluno nelle linee green del Pnrr Un tema che sarà trattato con importanti interlocutori esterni, un confronto che vuole indagare le potenzialità

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.