IL 19 SETTEMBRE PRESIDIO REGIONALE ALL’AGENZIA ENTRATE DI MARGHERA

Con un ciclo di assemblee, presidi e mobilitazioni è in corso una fase di agitazione del personale dell’Agenzia delle Entrate che in Veneto culminerà il 19 settembre in un presidio a carattere regionale davanti alla sede di Marghera (Ufficio Venezia 2) dalle 10 alle 12.
Lavoratori muniti di cartelli e striscioni verranno da tutta la regione a sostegno di una vertenza che, come scrivono Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Pa, Salfi, Flp regionali, “mette al centro delle rivendicazioni la valorizzazione del personale, non solo per dare dignità al lavoro svolto ma anche per contribuire ad una migliore qualità ed equità dell’azione dell’Agenzia”.

Di questo si sta discutendo da tutta la settimana nel corso di assemblee molto partecipate svoltesi in tutti gli uffici provinciali oltre che regionali, da cui è emersa una decisa volontà dei lavoratori di conquistare il nuovo contratto (che manca dal 2009) ed acquisire risultati concreti circa i punti sollevati nella “vertenza fisco”.
In particolare, Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Pa, Salfi, Flp chiedono “un complessivo miglioramento ed efficientamento dei servizi fiscali attraverso significativi investimenti sul personale e sulle strutture; ridare consistenza alla produttività e garantire il riconoscimento delle attività svolte e dei risultati raggiunti in termini di contrasto all’evasione; una valorizzazione di tutte le professionalità; rilanciare la partecipazione ed il confronto sui processi di riforma che non possono essere atti unilaterali dei vertici che vengono utilizzati per depotenziare e indebolire la macchina fiscale”.