AGENZIA DELLE ENTRATE IN SCIOPERO IL 2 APRILE. PRESIDIO A MARGHERA

“Dopo lo Stato di agitazione di alcuni giorni fa e l’inconcludente tentativo di conciliazione, tenuto la scorsa settimana presso il ministero del Lavoro, è stato proclamato lo sciopero nazionale dei lavoratori dell’Agenzia Entrate per il prossimo 2 aprile”. Lo annunciano Fp Cgil Cisl FP Uil PA Confsal Unsa e FLP, impegnati in una tornata di assemblee per chiarire i termini della vertenza che riguarda circa 30.000 lavoratori in Italia.

Anche in Veneto – affermano Cgil Fp, Cisl Fp, Uil PA, Confsal, Unsa e FLP – stiamo effettuando le assemblee in tutte le sedi dell’Agenzia delle Entrate e del Territorio.
Nella regione vi sono 35 Uffici, dislocati nei capoluoghi di provincia e nei Comuni maggiori, oltre a quelli della sede di Marghera di interesse regionale e nazionale che riguardano circa 4.000 lavoratori.
La vertenza riguarda la mancata corresponsione di salario accessorio pari a circa 1500/2000 euro netti pro-capite.
Si tratta – osservano le organizzazioni sindacali – di somme già concordate e frutto di accordi, firmati sulla base di fondi certificati nei bilanci dell’Agenzia, relative al positivo raggiungimento degli obiettivi e calcolate su somme incassate definitivamente dallo Stato negli anni 2016 e 2017.
Attualmente questi fondi, quindi già stanziati e regolarmente contabilizzati, sono stati bloccati a causa di un’opinabile interpretazione dell’Agenzia, giunta inattesa e a posteriori, che ha di fatto disatteso gli impegni precedentemente sottoscritti.
Nella giornata dello sciopero si terrà un presidio regionale di tutti i lavoratori dell’Agenzia presso la sede di Marghera, in via de Marchi 16, dalle 10,30 alle 12”.

Scarica la locandina dell’iniziativa