PARCO COLLI: DIPENDENTI FISSI ANCORA SENZA STIPENDIO, STAGIONALI SENZA ASSUNZIONI, REGIONE LATITANTE. 

Gli operai forestali stagionali del Parco Colli Euganei sono ancora senza lavoro e gli operai fissi senza stipendio per la mancata presentazione in Giunta Regionale della delibera che doveva autorizzare le loro assunzioni e per il mancato anticipo dei finanziamenti previsti. Da ieri, a Este, presidio permanente.

“Martedì  scorso – scrivono in una nota i Segretari padovani della FAI Cisl Andrea Padoan e della FLAI Cgil Boubacar Niang – una delegazione di lavoratori si é presentata a Palazzo Balbi in attesa di conoscere l’ esito dei lavori di Giunta. Ricevuti dal Vice Presidente della Regione Veneto, Marino Zorzato, hanno appreso che la delibera relativa alle loro assunzioni non era stata posta all’ ordine del giorno. Zorzato si era comunque impegnato ad ottenere attraverso l’Assessore al Bilancio, Roberto Ciambetti, l’anticipazione di circa 200 mila euro necessari a far avviare subito i lavori (anche se in ritardo).

I soldi da soli non sarebbero in ogni caso sufficienti a far partire i cantieri se il personale specializzato non venisse assunto con specifica delibera.

Ad oggi non ci sono conferme nè sulla delibera di assunzione nè sull’anticipo promesso.

Non c’è fine all’ angoscia dei lavoratori e delle loro famiglie, il cui destino sembra appeso al filo di una volontà tutta politica.

L’ auspicio è che per martedì prossimo il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia convochi un’altra Giunta (l’ ultima vista l’imminente scadenza elettorale?) e che in essa trovino approvazione la delibera che autorizza le assunzioni e le risorse economiche da mettere immediatamente a disposizione dell’ Ente Parco Colli Euganei.

E’ un atto doveroso per la salvaguardia del territorio e delle comunità del Parco e, soprattutto, per la dignità di questi lavoratori”.