METALMECCANICI: APPROVATA IN VENETO L’INTESA CONTRATTUALE

Oltre 40.000 metalmeccanici veneti hanno votato nel corso di tre giorni sull’ipotesi di accordo per il nuovo contratto nazionale di lavoro. I consensi hanno raggiunto l’80%. Lo annunciano le segreterie regionali di Fim Fiom Uilm.

“Nei giorni 19, 20, 21 dicembre 2016 – dicono in una nota – si è svolto il referendum sull’ipotesi di accordo sul rinnovo del Contratto nazionale di lavoro sottoscritto da Fim Fiom Uilm e Federmeccanica/Assistal.
Al voto segreto e certificato hanno partecipato nel Veneto 40.451 lavoratori metalmeccanici; i favorevoli sono risultati essere 32.345 (81,72 %), i contrari 7.237 (18,28 %), 869 le schede bianche o nulle.
Si registra così una importante partecipazione dei lavoratori e un largo consenso dei metalmeccanici del Veneto ai contenuti dell’accordo per il rinnovo del Contratto sottoscritto dopo una vertenza durata 12 mesi e 20 ore di sciopero.
Il voto dei lavoratori – aggiunge la nota – riconferma il Contratto Nazionale di Lavoro come strumento insostituibile di tutela, solidarietà e di uguaglianza per tutti i lavoratori metalmeccanici”.

Le Segreterie di Fim Fiom Uilm del Veneto “esprimono soddisfazione per il voto positivo dei lavoratori che – dicono – salvaguarda e mette in sicurezza il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro in una fase di crisi del sistema produttivo, dell’occupazione, di difficoltà delle relazioni industriali”.