ISOTERGLASS NON PRESENTA LA RICHIESTA DI CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA E LICENZIA I LAVORATORI

Questa la dichiarazione di Luca Rainato, della Segreteria Filctem Cgil di Padova:  “L’ azienda Isoterglass di Galliera Veneta ha licenziato nei giorni scorsi alcuni lavoratori. Due di loro si sono rivolti ai sindacati, ma il numero delle persone lasciate a casa è superiore.

A suo tempo era stato siglato un accordo scritto tra i titolari e i sindacati che prevedeva il ricorso alla cassa integrazione in deroga a partire da marzo e per un massimo di 5 mesi da modulare in base al carico degli ordini.

La cassa integrazione in deroga – prosegue Rainato – è uno strumento utile alle aziende artigiane per poter mantenere le maestranze senza dover ricorrere ai licenziamenti. Questo evidentemente non vale per Isoterglass, il cui proprietario ha assunto con l’organizzazione sindacale più rappresentativa al’ ‘interno dell’azienda, la Filctem Cgil, atteggiamenti “padronali” inutili e, sopratutto, inadeguati ad affrontare nel modo migliore una situazione difficile.

Contrariamente a quanto fanno tantissimi imprenditori con cui lavoriamo ogni giorno per tutelare le professionalità di cui dispongono, l’ impresa ha trasgredito l’ accordo per la cassa integrazione in deroga non presentando la domanda alla Regione. Ha poi provvedendo unilateralmente a licenziare i lavoratori.

Si tratta di un comportamento per noi inaccettabile, che configura una evidente condotta antisindacale. Non solo non si sono rispettati gli accordi sindacali, ma è stata tradita la fiducia dei lavoratori cui era stato assicurato il mantenimento dei livelli occupazionali. Un atteggiamento insensato, perché non tiene conto della drammatica crisi che stiamo attraversando che rende difficili le ricollocazioni lavorative. Grazie a questa scelta scellerata diverse famiglie sono in difficoltà, visto che senza quel reddito faranno fatica a vivere dignitosamente”.