Covid-19 e agricoltura

Manodopera nei campi: ci sono tutti gli strumenti per reclutare da subito i 140.000 disoccupati iscritti ai centri per l’impiego. Cgil, Cisl e Uil del settore agricolo intervengono ricordando che da un anno esiste un protocollo regionale per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro sottoscritto da rutti (sindacati, aziende, regione, centri per l’impiego) ed immediatamente attivabile e che i contratti dell’agricoltura consentono la massima flessibilità con assunzioni anche di una sola giornata. La si smetta allora di lambiccarsi con soluzioni fantasiose (e magari anche nocive per la qualità del lavoro) e si agisca nel concreto. Il sindacato fa anche chiarezza sui dati relativi alla manodopera (italiana e straniera) nelle campagne venete.

In allegato il comunicato di Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil