AIA: CONTRATTO ALIMENTARE ANCHE PER APPALTI E SOMMINISTRATI

Contratto uguale per tutti, anche per i lavoratori degli appalti ed i somministrati, all’interno di Aia e coordinamento dei rappresentanti della sicurezza di tutte le aziende operanti all’interno di uno stesso sito produttivo. È questo un primo risultato del confronto per il rinnovo del contratto integrativo regionale aperto nel gruppo veronese Aia Tre Valli che occupa 5.000 dipendenti diretti ed un migliaio negli appalti.

Si è così imboccata la strada di una contrattazione inclusiva, che dovrà compiere ulteriori passi in avanti ma che acquisisce un importante punto di partenza nell’estensione a livello di sito del contratto Alimentare per tutti al posto della frammentazione contrattuale presente fino ad oggi.

Soddisfazione è espressa dalla Flai Cgil del Veneto per l’accordo su questo capitolo. “Abbiamo scelto di partire proprio dagli appalti dice Renzo Pellizzon, Segretario Generale della Flai regionale- per ribadire un nostro punto di vista, frutto anche di una lunga discussione congressuale, sulla contrattazione aziendale per tutte le maestranze che operano in uno stesso stabilimento, al fine di garantire pari diritti per tutti i lavoratori e le lavoratrici. Spero che questo primo passo sia di utilità anche per altre aziende”.

Oltre all’omogeneizzazione contrattuale si rafforza la tutela sul piano della sicurezza con l’istituzione di un coordinamento degli Rls di Aia e delle ditte di appalto che svilupperà un’iniziativa condivisa ed uno scambio di conoscenze con incontri periodici. Inoltre – e non è poca cosa per i lavoratori terzi – i dipendenti degli appalti potranno usufruire di servizi aziendali quali la mensa, la distribuzione automatica, gli acquisti on-line.
Questo capitolo non esaurisce il nuovo integrativo regionale del gruppo su cui il confronto continua.

Questo il testo