ACCORDO PER I VIGILI DEL FUOCO

È stato firmato il contratto dei Vigili del fuoco per il triennio 2016-2018. Si tratta di “un importante accordo che rilancia la contrattazione quale strumento fondamentale per garantire migliori condizioni economiche e di lavoro, ma anche servizi più adeguati e di qualità per i cittadini”, dice la Fp Cgil, che sottolinea i “tanti traguardi raggiunti”, a partire dal rispetto dell’accordo del 30 novembre 2016, “in linea con gli altri contratti del pubblico impiego recentemente chiusi. La ripartizione riguarda le risorse stanziate nella legge di stabilità, destinate a incrementare le voci fisse e ricorrenti dello stipendio per tutto il personale, sia operativo che amministrativo, ma anche la quota oraria dello straordinario”.

continua a leggere

VIGILI DEL FUOCO, POCHI E MAL PAGATI, IL 27 SETTEMBRE A MESTRE

I Vigili del Fuoco sono pochi, scarsamente retribuiti, con un’età media molto elevata e un sistema previdenziale inadeguato. Bisogna intervenire. Invece un anno di emergenze continue non è bastato a smuovere né il Parlamento né la Regione Veneto (unica in Italia a non aver stilato una convenzione con i Vigili del Fuoco) rispetto alle criticità che vanno via via aggravandosi.
Ora la categoria si prepara alla mobilitazione e, come primo appuntamento, tutto il personale operante in Veneto si riunirà in assemblea mercoledì 27 settembre (dalle 9.30 alle 12.00) nella sede di Mestre del Comando di Venezia.

continua a leggere

EMERGENZA INCENDI: MANCANO 3.500 VIGILI DEL FUOCO

Con un presidio stamattina in piazza Montecitorio Cgil, Cisl e Uil chiedono più uomini e mezzi per il corpo dei vigili del fuoco, gravato da tempo da una carenza di organico che oggi diventa clamorosa a fronte dell’emergenza incendi.
In particolare il sindacato ritiene necessaria l’assunzione immediata di tutti gli idonei (circa 3.500) al concorso 814. Le risorse, dicono, possono essere stanziate in legge di stabilità.

continua a leggere

IGIENE AMBIENTALE E VIGILI DEL FUOCO IN LOTTA PER IL CONTRATTO

Nuova straordinaria riuscita dello sciopero nazionale dei lavoratori dell’igiene ambientale (90% la media delle adesioni). Lo fanno sapere Fp Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti e Fiadel, che plaudono alla determinazione dimostrata dai lavoratori nel sostenere il rinnovo del contratto nazionale scaduto da oltre due anni e mezzo.

continua a leggere