SANITÀ: FIRMATA LA PRE-INTESA PER IL CONTRATT0 2016-2018

Firmata la pre-intesa per il rinnovo del contratto nazionale della Sanità pubblica (2016-2018) per i 550 mila lavoratori del comparto.
“Dopo circa 10 anni di scioperi, mobilitazioni e iniziative, spesso da soli come Fp Cgil, oggi arriva un primo risultato. Il terzo tassello per ricomporre il quadro del lavoro pubblico, dopo il rinnovo del contratto delle Funzioni centrali e delle Funzioni locali”, afferma la segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino.

continua a leggere

INTERRUZIONE GRAVIDANZA: IN VENETO DIFFICOLTÀ NELL’APPLICAZIONE

Nel Veneto il 76% dei ginecologi e l’80% del personale sanitario sono obiettori di coscienza e la regione si trova in coda tra tutte quelle italiane (assieme a Calabria, Umbria e Valle d’Aosta) per la lunghezza dei tempi di attesa tra il rilascio della certificazione e l’intervento di interruzione di gravidanza, che in molti casi viene effettuato al limite dei tempi (3 mesi dal concepimento) oltre i quali non sarebbe più possibile.

continua a leggere

ATTUAZIONE DELLA LEGGE 194. INCONTRO TRA CGIL E REGIONE

La Segretaria Generale della Cgil del Veneto, Elena Di Gregorio, ha incontrato nel pomeriggio del 23 marzo gli Assessori regionali alla Sanità, Luca Coletto, e ai Servizi Sociali, Manuela Lanzarin, in merito all’applicazione in Veneto della Legge 194 sull’interruzione volontaria della gravidanza e sulla situazione dei Consultori familiari.
L’incontro è maturato dopo che la Di Gregorio aveva inviato, in occasione dell’8 marzo, una lettera aperta al Presidente della Regione, Luca Zaia, partendo dall’ultima vicenda della signora padovana che aveva dovuto interpellare 23 strutture per un’interruzione volontaria di gravidanza.

continua a leggere

SANITÀ VENETA: CALANO GLI ORGANICI E LE RETRIBUZIONI. UN INCONTRO CON L’ASSESSORE COLETTO DA’ IL VIA AD UN PERCORSO COSTRUTTIVO

Incontro tra le organizzazioni sindacali di categoria e l’Assessore alla sanità, Luca Coletto, per affrontare le emergenze del sistema socio sanitario veneto, a partire dalla quantità del personale in servizio e dallo stanziamento delle risorse aggiuntive regionali, ferme dal 2007. Un problema riconosciuto dallo stesso Assessore che ha dato mandato alla parte tecnica di definire un testo da sottoporre alle organizzazioni sindacali.

continua a leggere