Un’ora di sciopero del mondo dell’Istruzione per ricordare Giuliano De Seta e ripensare radicalmente il rapporto tra istruzione e lavoro

Venerdì 7 ottobre 2022, durante l’ultima ora di lezione, di attività educativa e di servizio per il personale Ata, si asterrà dal lavoro tutto il personale del comparto “Istruzione e Ricerca” e dell’Area dirigenziale, dei docenti universitari e di tutto il personale della formazione  professionale e delle scuole non statali.

Questa iniziativa rientra nella mobilitazione decisa da Cgil, Cisl e Uil del Veneto per riportare al centro dell’agenda politica e della discussione pubblica il tema della salute e della sicurezza sul lavoro.

Vogliamo ricordare lo studente Giuliano De Seta e tutte le vittime degli infortuni sul lavoro.

E’ necessario ripensare radicalmente il rapporto tra istruzione e lavoro, per intervenire normativamente al fine di ridurre in modo significativo gli ambiti di applicazione di questi percorsi in contesti lavorativi a rischio.

Consideriamo inaccettabile che un ragazzo che frequenta le nostre scuole perda la vita in un’azienda, impegnato in una delle diverse modalità di apprendimento in contesto lavorativo”.

Gli infortuni mortali e gravi in Veneto sono drammaticamente in crescita. Nel periodo gennaio / luglio 2022 si sono registrati 60 incidenti mortali, compresi quelli in itinere (il 13% in più del 2021).

La Cgil del Veneto torna a Job&Orienta

Silvana Fanelli: “E’ una importante occasione per far conoscere la nostra organizzazione e, soprattutto, per raccogliere le aspettative delle nuove generazioni“. Dopo molto tempo di

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.