UNO SPORTELLO IN ROMANIA PER I LAVORATORI CHE VOGLIONO VENIRE IN ITALIA

logo filleaUno sportello gestito congiuntamente da Inca e Fillea è attivo a Bucarest per fornire ai lavoratori edili rumeni interessati a lavorare in Italia tutte le informazioni utili sui diritti, le tutele, le protezioni sociali di cui potranno godere una volta arrivati nel nostro paese.

L’ inaugurazione del servizio, che consente un orientamento prima della partenza, è avvenuta la mattina del 23 giugno con la partecipazione del segretario generale della Fillea Cgil, Walter Schiavella, del Presidente dell’Inca Cgil Morena Piccinini e di rappresentanti dell’Ambasciata italiana, dei Ministeri del Lavoro e degli Affari Esteri, delle istituzioni che si occupano di previdenza e sicurezza sociale oltre che delle organizzazioni sindacali rumene.

logo_solo2_inca_tn_2013“Considerando il nuovo contesto migratorio – spiega l’Inca Cgil – si avverte sempre più l’esigenza di allargare la rete di sostegno del patronato a paesi generatori di forti flussi. La Romania, con un milione di presenze, si configura come la più grande comunità di immigrati in Italia. Il nostro obiettivo è facilitare l’accesso alle prestazioni previdenziali e assistenziali e agevolare il riconoscimento dei diritti sociali maturati dai cittadini rumeni in Italia e dai cittadini italiani in Romania, offrire informazioni, assistenza e tutela per una migrazione consapevole, contribuendo a migliorare la cooperazione in materia di protezione sociale tra i due paesi.”

L’edilizia è il settore che vede la maggiore concentrazione di lavoratori rumeni “che spesso – osserva la Fillea – vivono condizioni di sfruttamento, sono vittime del caporalato, sottopagati, costretti a lavorare in assenza delle adeguate condizioni di sicurezza. La presenza della Cgil sul territorio rumeno rappresenta perciò una preziosa opportunità per informare i lavoratori prima che vengano in Italia sui loro diritti e sulle norme che regolano il lavoro nel nostro settore”, oltre che avviare un canale per l’ informazione e l’ assistenza sui temi previdenziali e assicurativi una volta giunti in Italia.