UN NUOVO CONTRATTO PER QUADRI E IMPIEGATI AGRICOLI

Dopo un anno di confronto, in una situazione economica generale del Paese non facile, si è riusciti a rinnovare il contratto nazionale dei circa 20.000 tra Quadri e Impiegati Agricoli.

“Si tratta di un rinnovo che arriva a più di un anno dalla sua scadenza”, sottolinea Davide Fiatti della Flai CGL Nazionale che entra quindi nel merito dei contenuti dell’accordo. “Per il biennio 2016-2017 – dice – si è ottenuto un aumento della retribuzione del 2,5%, tutelando in questo modo il potere di acquisto.
Si è anche aumentato di 50 euro annui il contributo che i datori di lavoro versano al Fondo Integrativo Sanitario per ogni lavoratore iscritto. Si sono poi mantenute delle norme contrattuali in modo più favorevole rispetto al jobs-act. Sono anche state migliorate varie norme sui congedi parentali e sono state respinte richieste delle aziende che tendevano a ridurre la fruizione delle ferie e diritti su vari altri argomenti.
Come Flai – conclude Fiatti – siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto.

DAL BOSCO ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA

Una filiera per Belluno nelle linee green del Pnrr Un tema che sarà trattato con importanti interlocutori esterni, un confronto che vuole indagare le potenzialità

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.