REFERENDUM CGIL: OLTRE 165.000 FIRME RACCOLTE IN VENETO SUI TRE QUESITI

Schermata 2016-07-01 a 20.08.35Sono oltre 165.000 le firme raccolte dalla Cgil nel Veneto per la presentazione dei 3 referendum che accompagnano la proposta di legge per una “carta dei diritti universali del lavoro”  sulla quale la campagna di raccolta delle firme continua.

La raccolta delle firme sui 3 referendum, riguardanti i voucher  (da abolire), gli appalti (responsabilità del committente), i licenziamenti illegittimi  (reintegro nel posto di lavoro), è stata frutto di un impegno straordinario di tutta la Cgil, presente con centinaia di banchetti nelle piazze, nei mercati e davanti ai grandi agglomerati lavorativi.

“È un risultato straordinario e importante – sottolinea la segretaria generale della Cgil del Veneto Elena Di Gregorio – che testimonia come la Cgil sia pienamente capace di parlare ed incontrare i cittadini e di rappresentare il variegato mondo del lavoro in tutte le sue articolazioni. Non a caso le nostre proposte guardano fortemente al lavoro meno tutelato affermando diritti universali per tutti, indipendentemente dalla tipologia contrattuale”.
Elena Di Gregorio rivolge un particolare ringraziamento ai tanti militanti, funzionari e delegati della Cgil il cui lavoro ha portato a questo grandioso risultato.
La Segretaria della Cgil ricorda che per i prossimi tre mesi proseguirà la raccolta di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare ‘Carta dei diritti universali del lavoro’. “Abbiamo raccolto una marea di firme per ciascuno dei tre referendum abrogativi – dice – e faremo ancora di più con quelle a sostegno della Carta per i diritti. La #SfidaXiDiritti continua”.