PROCESSO TAURUS: CGIL VERONA E CGIL VENETO AMMESSE COME PARTE CIVILE ANCHE NEL RITO ORDINARIO

Nell’udienza odierna del processo Taurus (siamo al rito ordinario) si decidevano le ammissioni delle parti civili. 

Nelle udienze precedenti – dichiarano Silvana Fanelli (segreteria confederale Cgil Veneto) e Stefano Facci (segretario generale Cgil Verona) – gli avvocati difensori degli imputati avevano sollevato numerose eccezioni al riconoscimento della nostra organizzazione a livello provinciale e regionale come soggetti legittimati ad avanzare la richiesta di costituzione. Il tribunale di Venezia, ancora una volta, le ha rigettate nella quasi totalità e ha ammesso sia la Camera del Lavoro di Verona che la Cgil del Veneto come parte civile anche nel processo ordinario“. 

Abbiamo così la possibilità – proseguono i sindacalisti – di rappresentare, ancora una volta, gli interessi e difendere i diritti del mondo del lavoro che la presenza della criminalità organizzata mette, con ogni evidenza, a rischio“. 

Inoltre – concludono Fanelli e Facci- l’aver riconosciuto entrambi i nostri livelli territoriali evidenzia, come sostenuto dal tribunale, che gli interessi non sono sovrapponibili. Esistono quindi una dimensione provinciale e una regionale che meritano la partecipazione di chi rappresenta le lavoratrici e i lavoratori: le prime vittime dell’illegalità economica.  Assistiti dagli avvocati Chiara Palumbo e Leonello Azzarini, faremo fino in fondo la nostra parte per tutelare le vittime, per contrastare chi fa della violenza e del sopruso gli strumenti con cui affermare il proprio potere e per contrastare la diffusione sempre più pervasiva delle organizzazioni criminali nel nostro tessuto produttivo“.

La Cgil Veneto contro le trivellazioni in Adriatico

No alle trivellazioni in Alto Adriatico, Sì all’attuazione del piano energetico regionale che punta su decarbonizzazione ed efficienza energetica. Dichiarazione di Tiziana Basso, segretaria generale

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.