La Cgil del Veneto e di Venezia sull’ennesima operazione anti camorra

Ennesima operazione anti camorra in Veneto: “Sempre più radicata e preoccupante la presenza della criminalità organizzata, è il momento di una reazione ferma e adeguata di tutta la società civile”.
Dichiarazione di Silvana Fanelli (segreteria confederale Cgil Veneto), Francesca Salviato (segreteria confederale Cgil Venezia).

Le professioni svolte dagli arrestati e anche le cariche associative ricoperte, al di là degli esiti dei processi che andranno celebrati, toglie anche i dubbi residui, per chi ancora ne nutrisse, sull’incistamento – per non dire peggio – della criminalità organizzata e dei metodi mafiosi nel nostro tessuto produttivo.
E anche il fatto che le vittime siano altri imprenditori e commercianti dovrebbe indurre tutta la società civile, in particolare le associazioni datoriali, a una reazione proporzionata al pericolo che corrono, insieme, datori di lavoro onesti e lavoratori. Questi ultimi, quando l’azienda di cui sono dipendenti è gestita o vicina alle organizzazioni criminali, sono ovviamente coloro che pagano il prezzo più salato, essendo già la parte più debole del rapporto di lavoro.
La Cgil del Veneto e la Cgil di Venezia, disponibili come sempre a collaborare con Magistratura e Forze dell’Ordine (che ringraziamo per l’ennesima volta per la straordinaria opera svolta a tutela della legalità), sono – come hanno più volte ribadito – aperte a collaborare con tutti coloro che vogliono ripristinare la correttezza dei meccanismi economici sul nostro territorio.
È una questione di ordine pubblico, è una questione di buon funzionamento della nostra economia, della nostra società e di rispetto dei diritti e della libertà delle lavoratrici e dei lavoratori, è una questione educativa e culturale, perché quando l’unica regola che vale è quella del profitto a ogni costo i risultati sono inevitabilmente pessimi.
Senza tenere insieme tutti questi aspetti, non riusciremo a rendere il Veneto “mafia free“.

La Cgil del Veneto torna a Job&Orienta

Silvana Fanelli: “E’ una importante occasione per far conoscere la nostra organizzazione e, soprattutto, per raccogliere le aspettative delle nuove generazioni“. Dopo molto tempo di

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.