FINANZIATI PER IL 2015 I SERVIZI PER I DISABILI SENSORIALI

Salvato per il momento il lavoro degli assistenti alla comunicazione. Ma non basta. CGIL FP, CISL FP e FISASCAT, UIL FPL a fronte dello stanziamento delle risorse che per tutto il 2015 garantiscono il mantenimento dei servizi per i disabili sensoriali e dei 570 posti di lavoro, tirano un respiro di sollievo ma fanno presente che ciò non risolve in via definitiva il problema, legato alla mancata definizione dell’eredità delle funzioni delle Province, oltre che della precarietà del lavoro.

“Garantire la continuità di questi servizi – sostengono Cgil Fp, Cisl Fp e Fisascat, Uil Fpl – è innanzitutto un atto di civiltà e di speranza di fronte ad un sistema di welfare che in questi anni è sempre meno garantito e sempre più impoverito.

La mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori, che si sono posti in questa vertenza sia come operatori del settore che come cittadini a difesa di un servizio che sarebbe stato tolto a chi meno può difendersi, ha pagato.

Siamo soddisfatti per il risultato di oggi; è importante, ma dal nostro punto di vista è solo un tamponare la situazione. Bisogna rendere strutturale il servizio per il futuro e garantire stabile e buona occupazione, contrattualizzando quei rapporti di lavoro che oggi sono gestiti in regime di libera professione ma che a nostro parere sono sfruttamento del lavoro.

Vigileremo per evitare di ritrovarci punto ed a capo fra qualche mese. Vorremo evitare di ritrovarci di nuovo a presidiare il Consiglio Regionale per chiedere gli stanziamenti per il 2016”.

FP CGIL VENETO- Palma Sergio

FP e Fisascat CISL VENETO – Mary Pallaro – Maurizia Rizzo

UILFPL – Piero Polo