ENAIP ANCORA SENZA STIPENDI. OGGI MANIFESTAZIONE IN PRATO DELLA VALLE A PADOVA.

Iniziative di protesta anche durante gli scrutini mentre non è escluso il ricorso a vie legali.

Gli oltre 500 insegnanti dell’Enaip (Ente di formazione professionale) sono scesi in manifestazione a Padova occupando un tratto di Prato della Valle per l’intera mattinata di oggi, 10 giugno.

Sono ancora senza stipendio ormai da 3 mesi in una storia che continua a ripetersi. Un identico copione infatti l’hanno vissuto pochissimo tempo fa.

La loro vicenda, iniziata a fine 2014 quando non hanno più visto arrivare le retribuzioni a partire da ottobre e sfumare pure la tredicesima, non sembra aver tregua.

La lunga e decisa mobilitazione realizzata allora, anche con incontri in Regione, portò ad un recupero degli stipendi arretrati.

Ma poi l’Ente ha ripreso a non pagare e adesso si ritrovano a giugno ancora nella stessa situazione, con tre mensilità non retribuite.

Per questo hanno deciso di effettuare questa mattina il presidio a Padova in Prato della Valle e minacciano nuove azioni di protesta in occasione degli scrutini.

In una nota la Rsu definisce “inaccettabile e inqualificabile” l’atteggiamento della Direzione dell’Ente, “non in grado di far fronte al regolare pagamento degli stipendi dovuti”, e denunciano “la mancata volontà del gruppo dirigente di gestire in modo trasparente la crisi dell’Ente che ormai perdura da troppi anni”.

Il presidio di oggi, avvertono, è solo la prima di una serie di iniziative e, se non sarà sanata la situazione, si riservano di “adottare ulteriori forme di lotta in occasione degli scrutini e degli esami di qualifica, nonché la possibilità di adire alle vie legali per il recupero delle spettanze pendenti”.