Donna, Vita, Libertà. Cosa sta accadendo in Iran

In questi giorni in tutto il Paese le nostre strutture hanno partecipato e organizzato numerose iniziative di sostegno e solidarietà alle lotte delle donne e del popolo iraniano.
Siamo impressionati dal coraggio e dalla determinazione con cui le giovani donne, e più in generale la popolazione iraniana, stanno scendendo in piazza, rischiando non solo il carcere ma la propria incolumità per riacquistare spazi di autodeterminazione e libertà per tutte e tutti.
Una vicenda che ci fa ben riflettere, anche alla luce di eventi accaduti recentemente nel mondo, compreso il nostro Paese.
Per approfondire quanto sta accadendo in Iran, le ragioni della lotta delle donne e del popolo iraniano, la loro storia ma anche quel legame, che non riguarda solo l’Islam, tra il patriarcato, il controllo sulle donne e il controllo sociale, abbiamo organizzato un breve seminario di approfondimento, avvalendoci del contributo di esperte ed esperti.

Il seminario “Donna Vita Libertà. Cosa sta accadendo in Iran” si terrà giovedì 3 novembre p.v. dalle ore 14.30 alle 16.00, prevede gli interventi di:

  • Esmeralda Rizzi, Politiche di genere Cgil, che introdurrà e coordinerà i lavori;
  • Francesca Grisot, PhD Ca’ Foscari, Orientalista-antropologa, autrice di saggi e articoli sulla storia delle donne iraniane e sui processi migratori;
  • Mabel Grossi, Area Internazionale che ci dirà del punto di vista Cgil sull’Iran e sulle condizioni di lavoro delle donne e non;
  • Parisa Nazari, mediatrice interculturale, iraniana, vive in Italia da anni e partecipa ai movimenti di sostegno e solidarietà alle lotte iraniane;
  • Paola Rivetti, Professoressa associata in scienze politiche presso la Dublin City University in Irlanda che si occupa di relazioni tra stato e società in Iran e politica mediorientale, temi su cui ha pubblicato libri e articoli;
  • concluderà i lavori Lara Ghiglione, responsabile Politiche di genere Cgil.

Sarà possibile seguire il seminario in diretta su Collettiva.it

La Cgil Veneto contro le trivellazioni in Adriatico

No alle trivellazioni in Alto Adriatico, Sì all’attuazione del piano energetico regionale che punta su decarbonizzazione ed efficienza energetica. Dichiarazione di Tiziana Basso, segretaria generale

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.