Coronavirus: sindacato denuncerà situazioni non in regola

GIORNATA DI FUOCO. LAVORATORI NON TUTELATI. FERRARI, REFOSCO, COLAMARCO LANCIANO MESSAGGIO DURISSIMO A IMPRESE E POLITICA. PRONTI A FAR SCATTARE LE DENUNCE.

Basta con situazioni di pericolo di esposizione al contagio nei luoghi di lavoro. Dopo una giornata di fuoco con i telefoni del sindacato bollenti per le segnalazioni di mancato rispetto delle norme di sicurezza previste dal DPCM i segretari generali di Cgil Cisl Uil del Veneto Ferrari, Refosco e Colamarco annunciano la segnalazione alle autorità competenti di tutte le situazioni non in regola. “Pretendiamo – dicono – il rispetto rigoroso di tutte le misure di protezione. Dove non ci sono le condizioni e le prescrizioni non vengono rispettate, la produzione va sospesa”.

Nella mattinata, tra l’altro, sono scesi in sciopero i lavoratori della Fincantieri di Porto Marghera per chiedere un’organizzazione che garantisca maggiore sicurezza in un agglomerato in cui operano 4.000 lavoratori, in gran parte degli appalti, dove si parlano 40 lingue e si lavora in ambienti chiusi come i sottofondi delle navi.

Leggi la dichiarazione dei segretari di Cgil Cisl Uil del Veneto. Otto ore di sciopero sono proclamate per domani alla Elettrolux di Susegana.