CGIL CISL UIL IN CAMPO PER POTENZIARE LA PREVENZIONE

È in corso a Marghera l’Assemblea sulla salute e sicurezza sul lavoro promossa da Cgil, Cisl e Uil nazionali. L’appuntamento è stato preparato da venti assemblee regionali che hanno coinvolto centinaia di dirigenti sindacali, Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, Rls territoriali e di sito produttivo, e patronati. Obiettivo: individuare percorsi d’azione sul territorio, anche attraverso la contrattazione, nonché le sinergie necessarie con gli altri attori della prevenzione, come Inail, Asl, Ispettorato e Regioni.

A conclusione dell’assemblea nazionale sarà elaborato un documento programmatico, sintesi dei documenti regionali prodotti, nel quale verrà delineata la Strategia di prevenzione che Cgil, Cisl e Uil intendono realizzare, a partire dalle priorità dei posti di lavoro privati e pubblici.

“Alla luce dei continui eventi drammatici di infortuni e morti sul lavoro, purtroppo anche recentissimi – sottolineano le tre Confederazioni – l’azione che si intende intraprendere vuole essere un’azione di prevenzione efficace, partecipata e diffusa. Non si può più aspettare o rimandare un intervento sinergico, determinato e diffuso, sui temi della prevenzione. La mancanza in Italia, a differenza di tutti gli altri Paesi dell’Unione europea, di una Strategia nazionale di prevenzione si avverte in modo sempre più evidente”.

Tra gli interventi, quelli dei segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, Franco Martini, Angelo Colombini e Silvana Roseto. Ad arricchire la discussione è prevista anche la presentazione del Rapporto di Ricerca IMPAcT-RLS a cura di Inail/Dimeila, Polimi, Unipg, Fondazione di Vittorio, Cgil, Cisl e Uil nazionali.