Cgil, Cisl e Uil del Veneto: “Si fermi la guerra in Ucraina e parta un vero processo di Pace”

L’aggressione militare russa in Ucraina sta mettendo a rischio la vita, il benessere e la sicurezza di milioni di persone.

Vanno fermate immediatamente le ostilità, garantendo la protezione umanitaria dei civili.

Cgil, Cisl e Uil del Veneto esprimono solidarietà al popolo e ai lavoratori dell’Ucraina e ritengono indispensabile attivare tutti i canali politici e diplomatici in sede europea e in sede Onu.

Il ripudio della guerra deve essere la priorità dell’agenda politica italiana e mondiale. L’Unione Europea è chiamata ad agire nel solco dei suoi principi costitutivi a difesa della pace e della democrazia.

Cgil, Cisl e Uil del Veneto aderiscono alle tante iniziative contro il conflitto che, in queste ore, si stanno preparando nelle principali città della regione per sabato 26 febbraio, giorno in cui a Roma, in piazza Santi Apostoli, la Rete italiana Pace e Disarmo ha organizzato una manifestazione nazionale per la pace.

Clicca qui per vedere le iniziative organizzate in Veneto.

ANNO 2022-2023 LA SCUOLA DIMENTICATA

Indicazioni generiche sulle misure di sicurezza, poco utili a tutelare il personale e gli studenti 20.000 cattedre da coprire in Veneto, mancata riconferma del personale

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.