11 FEBBRAIO: DA TUTTE LE CITTÀ IL VIA ALLA CAMPAGNA REFERENDARIA

referendum_2_quesitiPrende ufficialmente il via la campagna della Cgil per DUE SÌ ai referendum sull’abolizione dei voucher e la responsabilità dei committenti verso i lavoratori dei propri appalti. La partenza avverrà contemporaneamente sabato 11 febbraio in centinaia di piazze in tutta Italia – tra cui anche nelle città capoluogo del Veneto – con l’allestimento di gazebo ed incontri con i cittadini per parlare di qualità del lavoro ed affermare altre vie rispetto a quelle che oggi vedono una parte del mondo del lavoro consegnata alla precarietà non solo dell’occupazione, ma anche dei diritti.

Dai gazebo manifesti, gadget, pieghevoli saranno distribuiti a migliaia, mentre l’ora X scatterà a mezzogiorno quando una marea di palloncini si leverà in contemporanea da tutto il paese per dire che “vogliamo liberare il lavoro”.
Molti i messaggi che la Cgil intende lanciare con questa giornata, a partire dalla richiesta che si indichi finalmente una data per la celebrazione dei referendum e dalla sollecitazione al Parlamento di discutere la proposta della legge di iniziativa popolare per una nuova “carta dei diritti universali del lavoro” su cui la Cgil ha raccolto 1.200.000 firme e che viene presentata con specifici incontri ai vari gruppi parlamentari.

ASCOLTA L’AUDIO

GLI APPUNTAMENTI CON GAZEBO, STRISCIONI, VOLANTINAGGI:
Chioggia – davanti al Municipio
Mira – davanti al municipio
Spinea – mercato rionale
Marghera – mercato rionale
San Donà di Piave – davanti al Municipio
Portogruaro – davanti alla Coop di via Boito
Quarto d’Altino – mercato rionale
Adria – mercato
Rovigo – mercato della commenda
Lendinara – mercato
Castelmassa – mercato
Treviso
Conegliano
Castelfranco (anticipato al 10 febbraio) – mercato
Verona, sede Cgil – striscione dal tetto e incontro pubblico con cittadini, lavoratori, associazioni

Aborto sicuro, un diritto da conquistare

In occasione della Giornata internazionale, la Cgil promuove iniziative di sensibilizzazione non solo in difesa della legge 194, ma anche per chiedere strumenti e servizi

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.