IL 30 SETTEMBRE IN PIAZZA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

“Riprendiamoci la libertà!” Con questo slogan il Segretario Generale della Cgil Susanna Camusso invita tutte le donne a scendere nelle piazze italiane sabato 30 settembre contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.
Per la Cgil “il linguaggio utilizzato dai media e il giudizio su chi subisce violenza, su come si veste o si diverte, rappresenta l’ennesima aggressione alle donne. Così come il ricondurre questi drammi a questioni etniche, religiose, o a numeri statistici, toglie senso alla tragedia e al silenzio di chi l’ha vissuta”.
continua a leggere

UNA GUIDA DELLA CGIL CONTRO LE MOLESTIE SUL LAVORO

Nell’ambito di un impegno in atto da tempo contro i fenomeni di violenza sulle donne, la Cgil del Veneto ha prodotto una guida al contrasto delle molestie sessuali nei luoghi di lavoro.
Si tratta di un fenomeno purtroppo ancora diffuso che, in base ad una rilevazione dell’Istat tocca (assieme ai ricatti sessuali) 9 donne venete su 100 nel corso della loro vita lavorativa.
Per contrastare quella che si presenta come una vera e propria “piaga”, incidendo in maniera pesantemente negativa sulla vita (professionale e personale) di decine di migliaia di lavoratrici, in questi anni sono stati fatti importanti accordi sindacali a livello aziendale.
Inoltre sono stati attivati numerosi percorsi formativi rivolti a delegati e funzionari sindacali per metterli in grado di riconoscere e contrastare le molestie, oltre che lavorare sulla loro prevenzione.

continua a leggere

DONNE IN RETE AD ABANO TERME

Segretarie e dirigenti della Cgil veneta sono ad Abano per approfondire attraverso il programma formativo “donne in rete” la qualità della contrattazione in un’ottica di genere.

continua a leggere

8 MARZO: NO DISUGUAGLIANZE, PARITÀ DI SALARIO

“Mai come quest’anno è necessario che la data dell’8 marzo sia una straordinaria occasione per dare seguito alla grande e partecipata mobilitazione generale”.
Lo afferma la CGIL che ha promosso per quella data assemblee nei luoghi di lavoro e, laddove ve ne siano le condizioni, anche iniziative di sciopero.

“Gli attacchi alla libertà delle donne – recita il testo diffuso dalla Cgil – si moltiplicano. Hanno i volti minacciosi di Trump e di Putin, ma non solo: ovunque respiriamo un’aria pesante, di decadenza e di restaurazione. Le donne l’hanno capito subito e si uniscono. Da mesi scendono piazza in tutto il mondo contro la violenza, contro le discriminazioni e le disuguaglianze nel lavoro, per rivendicare il diritto all’autodeterminazione, per difendere i diritti umani e sconfiggere il patriarcato. La CGIL ha scelto la strada delle assemblee e del confronto con lavoratrici e lavoratori per mettere a nudo una cultura che divide uomini e donne anche nel mondo del lavoro, per discutere temi che riguardano tutti, non soltanto le donne.

continua a leggere

NON UNA DI MENO: TANTISSIME A ROMA CONTRO LA VIOLENZA

È stata grandiosa la partecipazione alla manifestazione Non una di meno contro la violenza sulle donne svoltasi il 26 novembre a Roma e promossa da Udi, Dire-Rete nazionale dei centri anti-violenza, Rete Io decido e dai gruppi femministi romani.

corteo_non_una_di_meno

continua a leggere

ANCHE GLI UOMINI IN CAMPO CONTRO LA VIOLENZA

20161114_145453La battaglia contro la violenza e le discriminazioni nei confronti delle donne coinvolge direttamente anche gli uomini della Cgil che saranno alle manifestazioni ed iniziative organizzate per il 25 e 26 novembre, ma che sono anche in campo ogni giorno a sostegno di una battaglia culturale nel territorio e nei luoghi di lavoro per promuovere rispetto e pari opportunità.

continua a leggere