Prendono parola i lavoratori e le lavoratrici di Grafica Veneta

Martedì 30 novembre, alle ore 9, presso l’hotel Crown Plaza di Limena (Pd), si terrà l’iniziativa (sia in presenza che in diretta sulla pagina Facebook della Slc Cgil Veneto):

IL BUCO NERO DEGLI APPALTI: cosa insegna il caso Grafica Veneta.

Introduce:

Nicola Atalmi, segretario generale Slc Cgil Veneto

Ne discutono:

I lavoratori e le lavoratrici coinvolti;

Alessandra Milani, segreteria Slc Cgil Veneto;

Marco Paggi, avvocato;

Dario Verdicchio, segreteria confederale Cgil Padova;

Romeo Barutta, segreteria regionale Filt Cgil.

Conclude:

Fabrizio Solari, segretario generale Slc Cgil nazionale

È inquietante – dichiara Solari, che sarà martedì a Padova per affrontare un caso che ha rilievo nazionale – che il caporalato, con il suo corollario di razzismo e sfruttamento, entri nel circuito della produzione di libri grazie ad un sistema di appalti fuori controllo. La Slc nazionale pretende che si faccia luce su questo mondo e che si prendano provvedimenti legislativi e contrattuali che impediscano il ripetersi di queste vicende vergognose. Assieme ai lavoratori di Grafica Veneta, alla Slc e alla Cgil di Padova, non solo racconteremo ciò che è avvenuto, ma ragioneremo su cosa anche il sindacato debba imparare da questa vicenda“.

La cosa più importante – sottolinea Atalmi – sarà ascoltare il punto di vista delle lavoratrici e dei lavoratori di Grafica Veneta, sulle loro condizioni e su quali azioni mettere in campo, in base a quanto avvenuto nella loro azienda, per reagire alla frantumazione del ciclo produttivo che è entrato anche nella manifattura. Solo riunificando il mondo del lavoro, tenendo insieme i dipendenti diretti e chi invece lavora nel sistema degli appalti e dei subappalti, una giungla ormai senza regole, sarà possibile cambiare alla radice un meccanismo economico che sull’altare del profitto sacrifica dignità e diritti di chi per vivere ha bisogno di lavorare“.

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.