PANIFICATORI IN LOTTA PER IL CONTRATTO. PRESIDI IL 21 OTTOBRE

Il 21 ottobre sarà una giornata nazionale di protesta, con presidi di fronte ai panifici dei presidenti di Federpanificazione, per un buon contratto di lavoro. Nel Veneto si terrà un presidio regionale (ore 10) a Mestre, in via Mestrina, di fronte al panificio del presidente regionale Federpanificatori, Gorghetto.

“Per il pane di qualità. Tuteliamo insieme la dignità dei lavoratori”: questo lo slogan adottato da Flai-Fai-Uila a sostegno della giornata di lotta dei lavoratori dei Panifici, in stato di agitazione
– PER UN RINNOVO del loro contratto nazionale scaduto da 21 mesi che garantisca MAGGIORI TUTELE E MIGLIORI CONDIZIONI DI LAVORO
– CONTRO l’inaccettabile e assurda pretesa di Federpanificatori e Fiesa di destrutturare il contratto nazionale differenziando il salario su base territoriale NON RICONOSCENDO AUMENTI CONTRATTUALI SUI MINIMI TABELLARI NAZIONALI
– CONTRO la discriminatoria pretesa di normare nel Contratto nazionale riconoscimenti economici “ad personam” sulla base di una generica ed imprecisata valutazione della produttività del lavoratore

 “È il buon lavoro che fa il buon pane. E va riconosciuto e rispettato” lanciano le Segreterie regionali venete di Flai-Fai-Uila. “A consumatrici e consumatori, a cittadine e cittadini – dicono – le lavoratrici ed i lavoratori dei panifici, insieme alle organizzazioni sindacali di categoria, chiedono solidarietà e sostegno delle loro ragioni e legittime rivendicazioni”.