La Flai Cgil Veneto sull’incidente mortale di Caorle

Dichiarazione di Giosuè Mattei, nuovo segretario generale Flai Cgil Veneto, sull’incidente mortale che ha colpito a Caorle un lavoratore di Veneto Agricoltura

​”Purtroppo, in Veneto, si continua a morire di lavoro.
Siamo profondamente scossi per l’ennesimo incidente mortale verificatosi nel tardo pomeriggio di ieri nelle campagne di Caorle, la cui vittima è un giovane lavoratore di 28 anni, che non ha fatto ritorno a casa dai suoi affetti.
Siamo in attesa delle verifiche delle autorità competenti sulla tragica dinamica dei fatti e sulle cause del ribaltamento del mezzo nel canale, che ha trascinato con sé il giovane operaio.
Quest’ultimo episodio si aggiunge alle decine di morti registrate in questi sette mesi in tutta la Regione. Lo scorso 20 luglio, siamo scesi in piazza a Vicenza per denunciare la situazione drammatica che stiamo vivendo in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in Italia e, in particolare, nel Veneto.
Proseguiremo la battaglia per rendere il lavoro sicuro, pretendendo con sempre più forza scelte concrete da parte delle Istituzioni nazionali e regionali e un’assunzione di responsabilità da parte dei datori di lavoro, che devono mettere la sicurezza al primo posto nella vita delle loro aziende.
Intanto non possiamo che unirci al dolore della famiglia, auspicando piena luce sull’accaduto”.

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.