CGIL VENETO
Confederazione Generale Italiana del lavoro Veneto

Cerca
Close this search box.

Finanziamento del fabbisogno sanitario

Dichiarazione di Tiziana Basso Segretaria generale Cgil Veneto a sostegno della proposta di legge statale “Finanziamento del fabbisogno sanitario nazionale e modifiche dell’art. 11 del decreto legge 30 aprile 2019, n. 35”

“La Cgil del Veneto sostiene questa proposta di legge, e ringrazia il gruppo regionale del Partito democratico che l’ha presentata a Palazzo Ferro – Fini. Come Organizzazione sindacale, oltre all’impegno quotidiano in difesa della Sanità pubblica sul nostro territorio, stiamo portando avanti una importante mobilitazione nazionale che ha visto due manifestazioni molto partecipate: il 24 giugno, in piazza del Popolo a Roma, sul tema della Salute, e sabato scorso, in piazza san Giovanni, in difesa della Costituzione, pretendendo la piena applicazione, in particolare, dell’articolo 32. Va invertita la rotta rispetto agli ultimi vent’anni, che hanno visto un pesante definanziamento del Sistema sanitario nazionale. Serve l’impegno di tutti per raggiungere i due obbiettivi fondamentali contenuti nella proposta: portare progressivamente la spesa sanitaria al 7,5% del Pil e superare i vincoli di spesa per il personale. Occorre inoltre la copertura finanziaria per garantire i Livelli essenziali di assistenza e delle prestazioni e per rinnovare il contratto collettivo nazionale di queste lavoratrici e lavoratori, visto che l’ultimo rinnovo riguarda il triennio che abbiamo alle spalle. Parliamo di persone che subiscono una pressione e carichi di lavoro ormai insostenibili, condizioni che spesso le spingono ad emigrare nella sanità privata, per la quale – oltretutto – i cittadini veneti spendono sempre più soldi. Secondo i dati del Caf Cgil veneto, nel 2022 la media di spesa sanitaria per un pensionato è stata di 1223 euro (+ 4% rispetto al 2021), di 1145 per un lavoratore (+ 6%). La nostra richiesta, avanzata in occasione dell’ultima manovra di bilancio regionale, e che ribadiremo anche per la prossima, è che la Giunta Veneta metta anche risorse proprie. Su questi temi intendiamo coinvolgere tutti gli Enti locali, a sostegno di questa proposta di legge e per l’approvazione di ordini del giorno che vadano nella stessa direzione: il finanziamento e il miglioramento del Sistema sanitario pubblico nel Veneto”.    

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.