CONTRATTO DEI CHIMICI: PRONTA LA BOZZA DI PIATTAFORMA

Via libera degli esecutivi unitari di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil all’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto del settore chimico-farmaceutico che interessa oltre 176 mila i lavoratori in 2.700 imprese.
Per il prossimo triennio la richiesta di aumento salariale è di 130 euro complessivi, di cui 95 euro di trattamento minimo.

“È la prima piattaforma contrattuale che elaboriamo dopo l’accordo interconfederale del 9 marzo scorso. Si tratta di un banco di prova importante – affermano i tre segretari generali Emilio Miceli, Nora Garofalo e Paolo Pirani – che ci impegna a dare continuità al modello virtuoso di relazioni industriali, ma anche a fare sostanziali passi avanti in tema di sicurezza sul lavoro, partecipazione dei lavoratori all’impresa, formazione continua, salario, welfare e ricambio generazionale”.

Ora i lavoratori saranno chiamati nelle assemblee a dare il loro contributo alla costruzione della piattaforma definitiva, che verrà presentata alle controparti per consentire l’avvio delle trattative – presumibilmente già dal mese di luglio – con Federchimica e Farmindustria. I sindacati hanno anche approvato regolamento per i rinnovi contrattuali della categoria e comunicato la disdetta del vigente contratto il 31 maggio scorso.

“Confindustria si attarda nell’interpretazione dell’accordo interconfederale perché insiste nel voler ridurre, ancora, il minimo salariale a salario minimo. Il giorno in cui il contratto nazionale di lavoro si dovesse ridurre ad una tariffa sarebbe la fine del contratto stesso”. Ha detto Miceli, che ha aggiunto: “vogliamo uscire dallo stato di depressione ‘salariale’ dovuto al calo dell’inflazione e vogliamo che gli elementi salariali contenuti nel nuovo contratto siano esigibili. Il settore chimico-farmaceutico va bene, la crescita è continua da sette trimestri, cresce l’export e i dividendi. Devono crescere, di conseguenza, anche i salari. Intendiamo mettere a disposizione del sindacato confederale il patrimonio di relazioni industriali avanzate di questo settore”.

Aborto sicuro, un diritto da conquistare

In occasione della Giornata internazionale, la Cgil promuove iniziative di sensibilizzazione non solo in difesa della legge 194, ma anche per chiedere strumenti e servizi

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.