Adesione massiccia allo sciopero della Diab Spa di Belluno: 180 i lavoratori a rischio

La Diab Spa di Faé di Longarone (provincia di Belluno) produce componenti di pale eoliche e pannelli per aerei. La decisione di dismettere la produzione di Pvc comporta la chiusura del reparto presse, mettendo a rischio 185 posti di lavoro sui 250 totali dell’azienda bellunese.

L’adesione allo sciopero – dichiara Giampiero Marra, della  Filctem Cgil di Belluno – è stata massiccia. Hanno praticamente aderito tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori, frutto anche dell’unità tra le organizzazioni sindacali che stanno portando avanti la vertenza. L’azienda oggi non ha aperto i cancelli. Bisogna salvare in ogni modo l’occupazione e dare un futuro industriale a questa impresa, fondamentale per il territorio. La provincia di Belluno, già duramente colpita da altre crisi aziendali, non può permettersi di perdere un’ulteriore pezzo del suo sistema produttivo. Chiediamo l’intervento delle Istituzioni, sia regionali che nazionali, che devono mettere in campo tutte le azioni necessarie. Non si possono lasciare sole tantissime famiglie in una fase molto difficile per l’economia e la coesione sociale sia a livello locale che nazionale“.

Aborto sicuro, un diritto da conquistare

In occasione della Giornata internazionale, la Cgil promuove iniziative di sensibilizzazione non solo in difesa della legge 194, ma anche per chiedere strumenti e servizi

Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.