GRANDE FOLLA IN PIAZZA A ROMA

Un duro j’accuse a governo e Parlamento quello che dal palco romano di piazza San Giovanni è stato pronunciato dal segretario generale Cgil, Susanna Camusso, davanti ad una folla enorme: “avevano paura del voto dei cittadini, di andare nel paese e tra la gente a discutere di cosa siano la precarietà e l’incertezza quotidiana del proprio lavoro e della propria situazione. Hanno scelto la strada degli emendamenti blindati e dei voti di fiducia; hanno cambiato nome ai voucher, ma non la schifezza che sono”. Governo e Parlamento non hanno fatto “una battaglia a viso aperto”, ma “balletti infiniti”. Si sono “usate furbizie per sottrarre ai cittadini il diritto di voto!”.

continua a leggere

PULLMAN DA TUTTO IL VENETO PER LA MANIFESTAZIONE DI SABATO

Con il voto di fiducia al Senato sulla manovrina il governo reintroduce i voucher. Di nuovo hanno il nome: “Libretto famiglia” per il lavoro domestico e “Contratto di prestazione occasionale” (PrestO) per le imprese.
Si è consumato così quello strappo alla democrazia denunciato dalla Cgil, ora impegnata nella manifestazione del 17 giugno a Roma.
Dal Veneto, come annunciato questa mattina dalla segretaria Generale, Elena di Gregorio, parteciperanno oltre 6.000 lavoratori che raggiungeranno la capitale a bordo di pullman predisposti in tutti i territori, oltre che con i treni.

continua a leggere

RIFANNO I VOUCHER MA L’ALTERNATIVA AI BUONI LAVORO C’È GIÀ

Non è vero che i nuovi voucher saranno come un contratto di lavoro perché un contratto prevede diritti, retribuzioni adeguate alla mansione svolta ed altro: tutte cose assenti nei voucher resuscitati dal governo anche se sotto un altro nome.
Ma l’alternativa ai buoni lavoro esiste sia per le famiglie che per le imprese.

continua a leggere

17 GIUGNO: STUDENTI IN PIAZZA CON LA CGIL

La Rete degli Studenti Medi e l’Unione degli Universitari il 17 giugno saranno in piazza con la Cgil contro il giochetto di prestigio del Governo che ha reintrodotto i voucher dopo averli appena aboliti arrivando così a togliere il diritto di espressione democratica ai cittadini italiani su un tema oggetto di referendum.

continua a leggere

IL VENETO CONTRO LA REINTRODUZIONE DEI VOUCHER

Presidi venerdì 26 maggio:
Padova: ore 11.30 in Piazza Antenore, davanti alla Prefettura
Venezia: 11.30 Campo S. Maurizio, davanti alla Prefettura
Verona: ore 11 Piazza dei Signori, davanti alla Prefettura
Vicenza: ore 12 Contrà Gazzolle, davanti alla Prefettura
Rovigo: ore 12 Via Celio, davanti alla Prefettura
Treviso: ore 12 Piazza dei Signori, davanti alla Prefettura

continua a leggere