IL VENETO CONTRO LA REINTRODUZIONE DEI VOUCHER

Presidi venerdì 26 maggio:
Padova: ore 11.30 in Piazza Antenore, davanti alla Prefettura
Venezia: 11.30 Campo S. Maurizio, davanti alla Prefettura
Verona: ore 11 Piazza dei Signori, davanti alla Prefettura
Vicenza: ore 12 Contrà Gazzolle, davanti alla Prefettura
Rovigo: ore 12 Via Celio, davanti alla Prefettura
Treviso: ore 12 Piazza dei Signori, davanti alla Prefettura

continua a leggere

VOUCHER: OCCORRE COERENZA CON LA LEGGE CHE LI HA CANCELLATI

“Se dalla manovra di aggiustamento di bilancio usciranno norme che non sono in coerenza con l’intervento che ha abolito i voucher, valuteremo tutte le iniziative di contrasto possibili, a partire da un nuovo coinvolgimento della Corte di Cassazione”. Lo scrive la Cgil che lancia un avvertimento circa possibili comportamenti ondivaghi che getterebbero dei dubbi sul piano della serietà delle istituzioni.
“È inaccettabile – sostiene la Cgil – che una manovra che dovrebbe correggere i conti sia diventata lo strumento per negare le ragioni di milioni d’italiani, che con le loro firme hanno permesso di indire i referendum e che tutto ciò avvenga dopo la decisione di abolizione dei voucher assunta pochi giorni fa dallo stesso Parlamento e l’annullamento dell’appuntamento referendario deciso dalla Consulta in considerazione del superamento delle richieste in esso contenute”.

continua a leggere

APPALTI E VOUCHER: SI VOTA SUI DUE REFERENDUM

visita il sito dedicato ai due referendum
oppure seguici sui social
facebooktwitterinstagram

 

referendum_2_quesitiDopo il pronunciamento della Consulta, si apre la partita referendaria sull’abolizione dei voucher e la responsabilità solidale negli appalti. Non si voterà invece sul diritto al reintegro al lavoro in caso di licenziamenti illegittimi, non ammesso dalla Consulta. La Cgil non rinuncerà in ogni caso a questa battaglia e valuta anche il ricorso alla Corte europea.

continua a leggere

NUOVO BOOM DEI VOUCHER. LA CGIL NE CHIEDE L’ABOLIZIONE

voucherCon un nuovo exploit anche nel 2016, i voucher stanno diventando una delle primarie modalità lavorative in Italia e soprattutto nel Veneto dove l’anno scorso hanno superato i 15 milioni, interessando oltre 100.000 lavoratori di tutte le età.

Nei soli primi due mesi del 2016 in regione siamo già a 2.636.262 buoni lavoro venduti, con un incremento del 40,2% rispetto all’analogo periodo del 2015 e dell’82,6% sul 2014.

continua a leggere

VOUCHER: IN VENETO LA CORSA NON E’ MAI FINITA

Nel 2015 nuovo consistente incremento in veneto rispetto al 2014 e con l’apertura della stagione estiva ci si attendono valori stratosferici. Sono ormai più di 100.000 – secondo la Cgil – i lavoratori occupati con questa modalità: in assoluto la più precaria del secolo. continua a leggere