CONTRATTO UNICO PER TESSILI E CHIMICI ARTIGIANI

È stato raggiunto l’accordo tra Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e le associazioni degli artigiani Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai sul nuovo contratto nazionale di lavoro nei settori chimico e della Moda, con validità 2016-2018 (rivista la vigenza contrattuale 24 mesi per il Chimico e 30 per il settore Moda). Il contratto, che …

INTESA UNICA PER LE PICCOLE IMPRESE TESSILI E CHIMICHE

Dopo otto mesi di trattativa, è stata siglata l’ipotesi di accordo tra i rappresentanti delle associazioni degli artigiani (Confartigianato, Cna, Claai, Casartigiani) e di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, per il rinnovo del contratto nazionale delle piccole e medie imprese del tessile (fino a 249 addetti) e chimico (fino …

TESSILI: CONTRATTO RINNOVATO

Ci sono volute 16 ore di sciopero, manifestazioni e presidi in tutta Italia, ma alla fine – dopo una lunga ed estenuante trattativa durata oltre 10 mesi – ce l’hanno fatta. Infatti nella tarda serata del 21 febbraio a Milano, l’associazione imprenditoriale Sistema Moda Italia (Smi)-Confindustria e i sindacati del …

TESSILI VERSO LO SCIOPERO

Il 13 gennaio sarà sciopero del settore tessile-abbigliamento. Lo hanno proclamato Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil a sostegno della piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale. La fermata dal lavoro interessa oltre 500.000 lavoratori, impiegati in più di 53.000 imprese, e sarà sottolineata da una manifestazione nazionale a …

TESSILI IN SCIOPERO IL 18 NOVEMBRE. PRESIDI A VALDAGNO E TREVISO

Sarà sciopero il 18 novembre per l’intero settore del tessile abbigliamento dopo la rottura delle trattative per il contratto. L’astensione dal lavoro, che nel Veneto interessa circa 50.000 lavoratori, in gran parte donne, durerà l’intera giornata e sarà costellata da presidi, a partire da quelli davanti allo stabilimento Marzotto di …

ROTTE LE TRATTATIVE PER IL CONTRATTO DEI TESSILI

Rotta la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale del settore tessile abbigliamento e Filctem, Femca e Uiltec hanno proclamato otto ore di sciopero, di cui quattro nazionali e quattro a livello territoriale. Il contratto, scaduto lo scorso 31 marzo, riguarda oltre 420 mila addetti.