LIDL, È SCIOPERO CONTRO UN ACCORDO PEGGIORATIVO

Migliori condizioni di lavoro e un contratto integrativo aziendale che realmente definisca e garantisca diritti e tutele per i lavoratori. Sono questi i principali motivi per i quali la Filcams Cgil ha proclamato una giornata di sciopero dei dipendenti Lidl per il prossimo 13 luglio.

continua a leggere

CONTRATTO DELL’AGRICOLTURA: SCIOPERO E MANIFESTAZIONE A VERONA

Dopo un lungo confronto si sono rotte le trattative per il rinnovo del contratto nazionale degli operai agricoli e florovivaisti, scaduto già da 5 mesi. Nel prendere atto “dell’impossibilità di proseguire la negoziazione”, Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno proclamato lo sciopero generale della categoria per il 15 giugno con assemblee e presidi nei luoghi di lavoro e davanti alle Prefetture. Nel Veneto si terrà una manifestazione regionale a Verona.

continua a leggere

FEDEX – TNT SCIOPERO E INCONTRO IN REGIONE

Inizia dalla mezzanotte e si protrarrà per 48 ore le sciopero indetto da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per giovedì 31 maggio e venerdì 1 giugno alla Fedex-Tnt contro il piano di licenziamenti ed esternalizzazioni presentato dall’azienda: un gruppo con i bilanci in attivo che punta a tagliare i propri dipendenti e ad abbassare le condizioni di lavoro.
Nel Veneto si terranno presidi davanti a tutte le sedi di Verona, Padova, Treviso, Venezia, mentre nella giornata di domani, 31 maggio, una delegazione di lavoratori e rappresentanti di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti del Veneto sarà davanti a Palazzo Grandi Stazioni dove una delegazione incontrerà (alle 11,30) l’Unità di Crisi della Regione.

continua a leggere

LO SCIOPERO DEI METALMECCANICI SARÀ DI 4 ORE NEL PADOVANO

“La ripresa economica sta alzano drammaticamente il rischio infortuni con l’allungamento degli orari di lavoro contrattuali e di legge, i ritardi nelle manutenzioni degli impianti, il ricorso sempre più spinto all’appalto e al sub appalto”. Lo scrivono Fim Fiom Uilm del Veneto in una nota in cui ribadiscono le ragioni dello sciopero regionale proclamato per domani, venerdì, sulla sicurezza nel lavoro. L’astensione dal lavoro è di due ore che vengono estese a 4 ore nella provincia di Padova dove è anche previsto (dalle 9) un presidio davanti alle Acciarerie Venete.

continua a leggere

COMDATA: SCIOPERO CONTRO LE CHIUSURE

Per venerdì 18 maggio è indetto lo sciopero nazionale dei lavoratori di Comdata contro la chiusura delle sedi di Padova e Pozzuoli, per il mantenimento di tutti i siti produttivi e la difesa del perimetro occupazionale messo concretamente in discussione dal management. Lo annunciano le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil. Non è possibile, dicono, che una multinazionale quale Comdata, con circa 10.000 dipendenti soltanto in Italia, non sia in grado di trovare soluzioni alternative alla chiusura di due sedi, creando un pericoloso precedente per altre sedi ed altri lavoratori.

continua a leggere

SICUREZZA: INCONTRO IN REGIONE. CAMUSSO CON I DELEGATI DELLE ACCIAIERIE

Sarà sciopero regionale di tutto il settore metalmeccanico venerdì 18 maggio a fronte del gravissimo incidente sul lavoro avvenuto alle acciaierie venete e alla più generale situazione relativa alla sicurezza sul lavoro in Veneto, le cui carenze erano da tempo state denunciate dalla categoria.
Intanto il Presidente della Regione, Luca Zaia, ha convocato per lunedì mattina gli “stati generali sulla sicurezza” (con sindacati, imprese, Inail, sanità), come si era impegnato a fare con i Segretari generali di Cgil Cisl Uil del Veneto incontrati a ridosso dell’incidente alla Acciaerie. “Sarà una riunione operativa – ha detto Zaia – per decidere chi deve fare cosa. I fronti su cui lavorare sono molteplici, siamo davanti ad un bollettino di guerra. C’è una recrudescenza, legata anche alla ripresa economica”.

continua a leggere