FUNZIONI LOCALI E SANITÀ IN AGITAZIONE IL 5 FEBBRAIO

Mobilitazione il 5 febbraio per sollecitare il rinnovo dei contratti nazionali delle Funzioni locali e della Sanità. Iniziative si svolgeranno in tutta Italia, mentre a Roma è previsto un presidio a palazzo Vidoni, sede del ministero della Pubblica amministrazione.
I segretari generali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, Serena Sorrentino, Maurizio Petriccioli e Michelangelo Librandi, hanno chiesto un incontro alla Ministra Marianna Madia in concomitanza con la giornata di lotta.

continua a leggere

14 OTTOBRE PRESIDI DAVANTI ALLE PREFETTURE

volantino_iniziativa_14_ottobreSabato 14 ottobre manifestazioni in tutte le città capoluogo organizzate da Cgil Cisl Uil davanti alle Prefetture a sostegno dei tavoli di trattativa aperti con il Governo ed in vista della legge di bilancio che, secondo Cgil Cisl Uil deve contenere una serie di provvedimenti in materia di lavoro, previdenza, welfare e sviluppo.

In particolare, i capitoli che Cgil, Cisl Uil mettono al centro delle rivendicazioni sono: pensioni, lavoro e giovani, difesa dell’occupazione e ammortizzatori, sanità, contratti.

Scarica il volantino

continua a leggere

PARTE L’INIZIATIVA PER IL DIRITTO ALLA SALUTE

Con un convegno di due giorni (il 4 e 5 luglio a Roma) cui hanno partecipato sindacalisti, esperti e rappresentanti delle istituzioni, la Cgil ha dato il via ad un’iniziativa sulla sanità. Obiettivo è costruire una mobilitazione unitaria che riporti al centro il diritto alla salute, coinvolgendo i cittadini e le associazioni.
L’idea è quella di partire dal territorio per arrivare a una grande iniziativa nazionale, come accadde nel ‘78 quando anche grazie alla battaglia dei lavoratori fu conquistata la riforma sanitaria.
Alla base, un documento formulato al termine dei lavori.

continua a leggere

SANITÀ PUBBLICA, PRESIDIO IL 16 MAGGIO

Chiedono il rinnovo del contratto, la stabilizzazione dei precari ed il rilancio della sanità pubblica e per questo medici e dirigenti del Servizio sanitario nazionale il 16 maggio effettueranno un presidio a Roma, davanti alla sede del Ministero della Funzione Pubblica.

continua a leggere

APPLICAZIONE DELLA 194: UNA PIATTAFORMA A PADOVA

Come più volte denunciato dalla Cgil, in Veneto si riscontrano difficoltà – a partire dall’altissima presenza di obiettori e dalle carenze organiche dei Consultori – nell’applicazione della legge 194 sull’interruzione di gravidanza.
Su questa problematicità è ora intervenuta – per quanto riguarda il proprio ambito territoriale – la Cgil di Padova che, assieme allo Spi ed alla Fp, ha presentato all’Ulss ed all’Azienda Ospedaliera una piattaforma per il pieno esercizio (ed in piena serenità) da parte delle donne di un diritto sancito dalla legge.

continua a leggere

INTERRUZIONE GRAVIDANZA: IN VENETO DIFFICOLTÀ NELL’APPLICAZIONE

Nel Veneto il 76% dei ginecologi e l’80% del personale sanitario sono obiettori di coscienza e la regione si trova in coda tra tutte quelle italiane (assieme a Calabria, Umbria e Valle d’Aosta) per la lunghezza dei tempi di attesa tra il rilascio della certificazione e l’intervento di interruzione di gravidanza, che in molti casi viene effettuato al limite dei tempi (3 mesi dal concepimento) oltre i quali non sarebbe più possibile.

continua a leggere