SANITÀ PUBBLICA, PRESIDIO IL 16 MAGGIO

Chiedono il rinnovo del contratto, la stabilizzazione dei precari ed il rilancio della sanità pubblica e per questo medici e dirigenti del Servizio sanitario nazionale il 16 maggio effettueranno un presidio a Roma, davanti alla sede del Ministero della Funzione Pubblica.

continua a leggere

APPLICAZIONE DELLA 194: UNA PIATTAFORMA A PADOVA

Come più volte denunciato dalla Cgil, in Veneto si riscontrano difficoltà – a partire dall’altissima presenza di obiettori e dalle carenze organiche dei Consultori – nell’applicazione della legge 194 sull’interruzione di gravidanza.
Su questa problematicità è ora intervenuta – per quanto riguarda il proprio ambito territoriale – la Cgil di Padova che, assieme allo Spi ed alla Fp, ha presentato all’Ulss ed all’Azienda Ospedaliera una piattaforma per il pieno esercizio (ed in piena serenità) da parte delle donne di un diritto sancito dalla legge.

continua a leggere

INTERRUZIONE GRAVIDANZA: IN VENETO DIFFICOLTÀ NELL’APPLICAZIONE

Nel Veneto il 76% dei ginecologi e l’80% del personale sanitario sono obiettori di coscienza e la regione si trova in coda tra tutte quelle italiane (assieme a Calabria, Umbria e Valle d’Aosta) per la lunghezza dei tempi di attesa tra il rilascio della certificazione e l’intervento di interruzione di gravidanza, che in molti casi viene effettuato al limite dei tempi (3 mesi dal concepimento) oltre i quali non sarebbe più possibile.

continua a leggere

NUOVI LEA E NON AUTOSUFFICEINZA: UN SEMINARIO IN CGIL

Quali saranno le ricadute per i cittadini – in particolare veneti – dei nuovi Lea (Livelli Essenziali di Assistenza) e dei criteri di ripartizione del Fondo per la non autosufficienza? Per trarne una valutazione e rilanciare su questi temi un impegno dell’organizzazione a tutti i livelli, la Cgil del Veneto, assieme alla Fp ed allo Spi regionali, ha organizzato un seminario per lunedì 3 aprile (ore 9,30), nella sede della Cgil regionale a Mestre in via Peschiera.
Si tratta di temi particolarmente delicati che riguardano le condizioni della popolazione, non solo anziana. A ciò si aggiungono, a livello regionale, le novità legate alla riorganizzazione sanitaria, con l’accorpamento delle Ulss, che sostanzialmente conferma una volontà di sanitarizzazione del sistema.
Al seminario interverranno Stefano Cecconi (Cgil nazionale) e Raffaele Atti (Spi nazionale).

continua a leggere

BANDO REGIONALE IN SANITÀ CANCELLA LAVORO E QUALITÀ DEI CIBI

Chiusura delle cucine negli ospedali, centinaia di posti di lavoro cancellati, migliaia e migliaia di pasti trasportati quotidianamente su camion per le strade della regione: questo lo scenario che si profila a fronte del nuovo bando regionale per l’assegnazione dei servizi di ristorazione nelle Ulss che scadrà entro il mese ed introduce il sistema del cook and chill al posto della lavorazione dei pasti in loco.
Fortemente allarmate, Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil hanno organizzato una manifestazione regionale a Venezia, davanti al Palazzo Grandi Stazioni per venerdì 31 marzo (ore 10), in concomitanza con lo sciopero nazionale del settore per il contratto.

continua a leggere

8 MARZO: LA CGIL SCRIVE A ZAIA

In occasione dell’8 marzo la Segretaria Generale della Cgil del Veneto, Elena Di Gregorio, ha inviato una lettera aperta al Presidente della Regione Luca Zaia. Chiede un incontro per l’applicazione in Veneto della legge 194 sull’interruzione volontaria della gravidanza ed il potenziamento della rete dei consultori.
E, a proposito di addizionale Irpef, la Di Gregorio sottolinea come la Cgil ne avesse sostenuto un possibile ripristino per compensare i tagli alla sanità e al sociale. Invece – dice – l’addizionale resusciterà per completare l’ennesima autostrada.

continua a leggere