AGRICOLTURA: SOSPESO LO SCIOPERO E LA MANIFESTAZIONE

A fronte della proposta di Confagricoltura, Coldiretti e Cia di riaprire le trattative per il rinnovo del contratto nazionale di operai agricoli e florovivaisti, le segreterie di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno deciso di sospendere lo sciopero proclamato per il prossimo 15 giugno e, per il Veneto, la manifestazione regionale di Verona. Viene tuttavia mantenuto lo stato di agitazione della categoria anche in relazione all’andamento del nuovo incontro tra le parti, fissato per il 19 giugno.

CONTRATTO DEI CHIMICI: PRONTA LA BOZZA DI PIATTAFORMA

Via libera degli esecutivi unitari di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil all’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto del settore chimico-farmaceutico che interessa oltre 176 mila i lavoratori in 2.700 imprese.
Per il prossimo triennio la richiesta di aumento salariale è di 130 euro complessivi, di cui 95 euro di trattamento minimo.

continua a leggere

CONTRATTO DELL’AGRICOLTURA: SCIOPERO E MANIFESTAZIONE A VERONA

Dopo un lungo confronto si sono rotte le trattative per il rinnovo del contratto nazionale degli operai agricoli e florovivaisti, scaduto già da 5 mesi. Nel prendere atto “dell’impossibilità di proseguire la negoziazione”, Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno proclamato lo sciopero generale della categoria per il 15 giugno con assemblee e presidi nei luoghi di lavoro e davanti alle Prefetture. Nel Veneto si terrà una manifestazione regionale a Verona.

continua a leggere

SANITÀ ED ENTI LOCALI. CONTRATTI PER OLTRE UN MILIONE DI LAVORATORI

Sono stati firmati in via definitiva i contratti nazionali di sanità ed enti locali che interessano circa 1.200.000 di lavoratori. Dopo le intese raggiunte il 21 febbraio per le funzioni locali e il 23 febbraio per la sanità, nonché la sottoscrizione definitiva del contratto delle funzioni centrali dello scorso 12 febbraio, si chiude definitivamente il percorso per il rinnovo dei contratti pubblici.

continua a leggere

NUOVO CONTRATTO PER LEGNO E LAPIDEI

Busta paga più pesante, dai 53 ai 66 euro, per i lavoratori del settore legno arredo e lapidei (artigianato e Pmi) dopo il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, siglato il 14 marzo.
A ciò va aggiunta una tantum di 150 euro a copertura del periodo di vacanza contrattuale.
L’intesa, sottoscritta da Cna, Confartigianato, Claai e Casartigiani, con Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, riguarda il periodo 2016-2018 ed intersessa circa 50 mila imprese e 100 mila lavoratori ai quali ora passa la parola per l’approvazione dell’accordo.

continua a leggere

FUNZIONI CENTRALI, FIRMATO IL RINNOVO

Dopo nove anni è stato siglato il rinnovo del contratto per i lavoratori delle funzioni centrali della pubblica amministrazione. Si tratta della prima firma che interessa i pubblici dipendenti, mentre vanno avanti le trattative per sanità ed enti locali.
“Dopo 9 anni – commenta la segretaria generale della Funzione pubblica Cgil, Serena Sorrentino – arrivano più tutele, soprattutto su permessi, congedi, malattia e pari opportunità, e si introducono adeguamenti salariali che consolidano le retribuzioni tabellari, il tutto insieme a nuove relazioni sindacali che danno più poteri alla contrattazione e alle Rsu di incidere sulle condizioni di lavoro”.

continua a leggere