CONTRATTO CHIMICO COIBENTI: SCIOPERO RIUSCITO A MARGHERA

Il 5 ottobre si è tenuto lo sciopero nazionale per il rinnovo del contratto nazionale del settore chimico coibenti scaduto da due anni.
“A Marghera – riferisce una nota della Filctem Cgil – la partecipazione è stata totale per i dipendenti del settore in un momento di manutenzione importante per le ditte appaltatrici”.

continua a leggere

PRONTA LA PIATTAFORMA PER IL CONTRATTO DELL’AGRICOLTURA

Fai, Flai e Uila hanno presentato la bozza di piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale degli operai agricoli e florovivaisti che scadrà il 31 dicembre.
La richiesta di aumento salariale è del 4% per il biennio 2018-2019; un incremento che, a detta delle organizzazioni sindacali, tutela i redditi dei lavoratori e rappresenta una richiesta congrua all’andamento del settore.

continua a leggere

ORAFI E ARGENTIERI: C’È L’INTESA PER IL CONTRATTO

È stata sottoscritta tra Fim, Fiom, Uilm e Federorafi, l’ipotesi di accordo (vigenza fino al 30 giugno 2020) per il rinnovo del contratto nazionale degli addetti del settore orafo, argentiero e della gioielleria.
È prevista una rivalutazione, in via sperimentale come per il contratto nazionale Federmeccanica, dei minimi tabellari in vigore con la busta paga di giugno 2017 sulla base dell’Ipca registrato nel 2015 e 2016 e l’adeguamento dei minimi a giugno di ciascun anno di vigenza del contratto sulla base dell’indice Ipca.

continua a leggere

PRECARIATO E CONTRATTI PUBBLICI: SIT IN AL MINISTERO

Organizzata da Flc, Fp e Nidil Cgil per sabato 6 maggio, si tiene a Roma una manifestazione sulla situazione dei lavoratori precari del pubblico impiego, che dopo anni di lavoro al servizio dello Stato chiedono di essere assunti, oltre che sul rinnovo dei contratti.
L’appuntamento è per le ore 11 in piazza Vidoni, davanti alla sede del ministero della Funzione Pubblica e vi partecipa il Segretario Generale della Cgil, Susanna Camusso, il cui intervento concluderà l’iniziativa.

continua a leggere

SIGLATO IL CONTRATTO PER IL CALZATURIERO

È stata firmata il 27 aprile a Milano l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto 2016-2019 del settore calzaturiero (80 mila addetti, oltre 5 mila imprese), scaduto il 31 marzo scorso.
L’intesa, siglata da Assocalzaturifici-Confindustria e Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, prevede un aumento complessivo pari a 90 euro tra minimi e welfare contrattuale. L’aumento sui minimi salariali è di 70 euro (al quarto livello), suddiviso in tre tranche.

continua a leggere

CONCIA: CONTRATTO RINNOVATO

Siglata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto della concia 2016-2019 (oltre 22.000 i lavoratori interessati in circa 1900 imprese) tra l’Unione Nazionale Industria Conciaria (UNIC), aderente a Confindustria e Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil.
Prevede un aumento salariale sui minimi di 85 euro in tre tranche. “Una concreta risposta – dicono soddisfatte Filctem, Femca, Uiltec – in difesa del reddito dei lavoratori e del welfare contrattuale, un segnale importante per i negoziati a livello confederale sul nuovo modello contrattuale”.

continua a leggere