Pulizie nelle scuole: lavoro a rischio. Sciopero il 21 gennaio

Scatta domani a tutti gli effetti il licenziamento dei 571 addetti alle pulizie nelle scuole del Veneto dipendenti da imprese di appalto. Una quota dei lavoratori sarà riassorbita, entrando con concorso alle dipendenze della pubblica amministrazione; ma un numero consistente (oltre 170 in regione; 5.000 a livello nazionale) resterà a …

Knorr,per i lavoratori il prezzo più caro

Unilever ritiri i licenziamenti e il governo ci convochi. “Quello che sta accedendo allo stabilimento Knorr di Sanguinetto è l’ennesimo colpo ai lavoratori e alle lavoratrici del nostro Paese, che, a fronte dei sacrifici cui vengono quotidianamente chiamati, seguitano a pagare il prezzo più caro. Solo un anno fa a …

SCUOLA PRIMARIA: SENZA INSEGNANTI RIPRESA DELLE LEZIONI A RISCHIO

È fortemente a rischio nel Veneto la regolare ripresa delle lezioni nella scuola primaria, a fronte dell’estromissione di 2.100 insegnanti in possesso di solo diploma magistrale (anche se già in ruolo) cui sui aggiungono 650 pensionamenti. La Flc ha chiesto incontri e presentato proposte per evitare drammi sociali ed ora …

FEDEX – TNT SCIOPERO E INCONTRO IN REGIONE

Inizia dalla mezzanotte e si protrarrà per 48 ore le sciopero indetto da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per giovedì 31 maggio e venerdì 1 giugno alla Fedex-Tnt contro il piano di licenziamenti ed esternalizzazioni presentato dall’azienda: un gruppo con i bilanci in attivo che punta a tagliare i …

DNATA: SCIOPERO CONTRO I LICENZIAMENTI

Sciopero contro i licenziamenti alla Dnata (Dubai National Air Transpart Association), multinazionale di proprietà del gruppo Emirates, operante in 20 aeroporti italiani (tra cui Tessera, con 50 dipendenti), nel settore del catering (allestimento e pasti per le compagnie aeree). “La motivazione dello sciopero – scrivono in una nota Filt Cgil …

ILVA: IN SCIOPERO CONTRO IL PIANO LACRIME E SANGUE

Sciopero anche a Marghera dei lavoratori dell’Ilva, il 9 ottobre, a fronte del piano lacrime e sangue presentato dall’azienda. La fabbrica si è svuotata mentre i lavoratori all’esterno hanno distribuito volantini per evidenziare la situazione che vede minacciati 4.000 posti di lavoro (su 14.000) a livello di gruppo, nell’ambito dei …