NIENTE VOTO SULLO IUS SOLI: ATTO DI DEBOLEZZA

La votazione al Senato sullo Ius Soli è saltata, valutato che sarebbe mancata la maggioranza dei voti. Per la Cgil è un atto di debolezza culturale e politica.
Il disegno di legge sulla cittadinanza è dunque scomparso dal calendario dei lavori di Palazzo Madama e lo sarà almeno per tutto il mese di settembre. Il capogruppo dei senatori Pd, Luigi Zanda, ha confermato l’obiettivo di approvare il provvedimento ma, ha detto, “serve una maggioranza che ora al Senato non c’è”.

continua a leggere

GRANDE FOLLA IN PIAZZA A ROMA

Un duro j’accuse a governo e Parlamento quello che dal palco romano di piazza San Giovanni è stato pronunciato dal segretario generale Cgil, Susanna Camusso, davanti ad una folla enorme: “avevano paura del voto dei cittadini, di andare nel paese e tra la gente a discutere di cosa siano la precarietà e l’incertezza quotidiana del proprio lavoro e della propria situazione. Hanno scelto la strada degli emendamenti blindati e dei voti di fiducia; hanno cambiato nome ai voucher, ma non la schifezza che sono”. Governo e Parlamento non hanno fatto “una battaglia a viso aperto”, ma “balletti infiniti”. Si sono “usate furbizie per sottrarre ai cittadini il diritto di voto!”.

continua a leggere

IL VENETO CONTRO LA REINTRODUZIONE DEI VOUCHER

Presidi venerdì 26 maggio:
Padova: ore 11.30 in Piazza Antenore, davanti alla Prefettura
Venezia: 11.30 Campo S. Maurizio, davanti alla Prefettura
Verona: ore 11 Piazza dei Signori, davanti alla Prefettura
Vicenza: ore 12 Contrà Gazzolle, davanti alla Prefettura
Rovigo: ore 12 Via Celio, davanti alla Prefettura
Treviso: ore 12 Piazza dei Signori, davanti alla Prefettura

continua a leggere

CONFRONTO SULLE PENSIONI

Si è tenuto al Ministero del Lavoro il tavolo di confronto con il governo sulle pensioni. All’incontro hanno partecipato il Ministro Giuliano Poletti, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Marco Leonardi, i sindacati confederali Cgil-Cisl-Uil e quelli dei pensionati Spi-Fnp-Uil.
È stata sostanzialmente chiusa la prima fase sulla quale a giorni saranno pronti i decreti attuativi per rendere operative le misure nei tempi stabiliti, anche se restano irrisolte alcune delle questioni.

continua a leggere

IMPUGNAZIONE COLLEGATO AL BILANCIO CONFERMA CRITICHE CGIL

“L’impugnazione da parte del Governo di alcuni articoli del collegato al bilancio della regione Veneto conferma la critica che come Cgil avevamo espresso in quella sede”. Lo sostiene Elena di Gregorio, Segretaria Generale della Cgil del Veneto che ricorda come in quell’occasione la Regione abbia tentato di forzare decisioni su alcune materie, tra cui le cave, mescolando i temi più disparati senza le necessarie discussioni e audizioni con le rappresentanze sociali.

continua a leggere