FONDERIA ANSELMI: FESTA PER LA RIPRESA DEL LAVORO

L’incubo è finito e dopo 6 mesi di crisi buia la Fonderia Anselmi di Camposampiero, acquisita dal gruppo Ariotti, ha ripreso il lavoro.
Il 12 giugno uno dei forni è stato riacceso e il 15 giugno è stata effettuata la prima colata che ha sancito la ripartenza. Due passaggi importanti che sono stati vissuti dai 113 dipendenti come la definitiva fine di tante angosce. Ora è il momento della festa ed il 30 giugno i lavoratori la terranno dentro lo stabilimento.

continua a leggere

PRECARI DELLA GIUSTIZIA CHIEDONO SOLUZIONI DIGNITOSE

Chiedono “rispetto e lavoro vero” gli oltre 2.000 tirocinanti impiegati nelle strutture facenti capo al Ministero della Giustizia che, su iniziativa della Funzione Pubblica Cgil, il 28 giugno terranno un presidio a Roma, nei pressi del Ministero, in largo Benedetto Cairoli, dalle 11 alle 13.
Si tratta di lavoratori ex cassintegrati, in mobilità e disoccupati che da sette anni svolgono il tirocinio formativo presso il ministero guidato da Andrea Orlando, in attesa di una contrattualizzazione.

continua a leggere

DONNE IN RETE AD ABANO TERME

Segretarie e dirigenti della Cgil veneta sono ad Abano per approfondire attraverso il programma formativo “donne in rete” la qualità della contrattazione in un’ottica di genere.

continua a leggere

INTEGRATIVO REGIONALE ALL’AGRICOLA TRE VALLI

Lo smart working entra all’Agricola Tre Valli in via sperimentale. Lo stabilisce il contratto integrativo per il gruppo a livello regionale, sottoscritto il 29 maggio tra azienda e sindacati, che sarà ora sottoposto ai lavoratori per l’approvazione definitiva.
Agricola Tre Valli Soc. Coop. occupa circa 5.200 lavoratori del settore avicolo e cunicolo nelle provincie di Verona, Vicenza, Treviso e Padova.

continua a leggere

CONTRATTO PER LA PANIFICAZIONE INDUSTRIALE E ARTIGIANA

Con durata quadriennale e dopo 32 mesi di trattativa, è stato sottoscritto, tra Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e Federpanificatori, Fiesa Confesercenti, il rinnovo del contratto nazionale panificazione e affini, scaduto il 31 dicembre 2014. Interessa circa 100mila lavoratori e 25mila imprese.
È previsto un incremento economico del 3,6% pari a 52 euro (in due tranche) a regime per il settore della panificazione artigiana e del 4,6% pari 73 euro per quella industriale, nonché un’una tantum di 260 euro per la panificazione artigiana e di 400 per quella industriale.

continua a leggere