#FINOALLALEGGE: IL 19 APRILE PRESIDIO AL PANTHEON

Mercoledì 19 aprile, dalle ore 10 alle ore 18, la Cgil organizza un presidio davanti al Pantheon in occasione della votazione al Senato per la conversione in legge del decreto per l’abolizione dei voucher e la reintroduzione della responsabilità solidale negli appalti.
Dopo il via libera della Camera del 6 aprile scorso, il decreto è infatti all’esame del Senato e mercoledì andrà in aula per la votazione.
Dal Decreto all’approvazione della Legge la battaglia per i diritti, comunque, non si ferma.

continua a leggere

IL 6 MAGGIO IN PIAZZA PER I DIRITTI

Una grande manifestazione a Roma il prossimo 6 maggio, perché dal “Decreto alla legge la sfida continua per conquistare la Carta dei diritti universali del lavoro”. È questa la decisione assunta dagli oltre 1500 quadri e delegati della Cgil riuniti al Teatro Brancaccio di Roma l’8 aprile.

continua a leggere

VOTO CAMERA PRIMO PASSO DECISIVO, CONTINUIAMO #FINOALLALEGGE

“Dal Decreto alla Legge, la nostra sfida continua per conquistare la Carta dei diritti universali del lavoro”. Con questo spirito i quadri e i delegati della Cgil si riuniranno per l’Assemblea nazionale sabato 8 aprile a Roma, alle ore 9.30 presso il Teatro Brancaccio (via Merulana 244). I lavori saranno conclusi dal segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

continua a leggere

IL DECRETO SU VOUCHER E APPALTI PASSA ALLA CAMERA

Via libera dell’aula di Montecitorio al decreto. Il testo, approvato con 232 sì, 52 no e 68 astenuti, passa ora all’esame del Senato.
Camusso: “Abbiamo vinto il primo round, ma non smobilitiamo. La politica si preoccupi di contrastare il lavoro nero.”

continua a leggere

VOUCHER: LE ALTERNATIVE ESISTONO GIÀ

Non è vero che con l’abolizione dei voucher non è più possibile assumere lavoratori per piccole prestazioni. Basti prendere a riferimento i Contratti per accorgersi che la flessibilità è già presente ed utilizzabile. Vediamo alcuni esempi riferiti ai settori maggiormente utilizzatori di voucher.

continua a leggere

VOUCHER: SCONTO PER LE IMPRESE, NIENTE DIRITTI PER I LAVORATORI

Normalmente si pensa siano studenti e pensionati. Ma non è così: se nel 2008 la loro età media sfiorava i 60 anni, nel 2015 l’età media è scesa a 36. Anche questo dato dimostra come il fenomeno voucher sia diventato strutturale e trasversale nel mondo del lavoro: oggi i cosiddetti “lavoretti” sono diventati l’unico lavoro e reddito per circa un milione e mezzo di persone.

continua a leggere