IMMIGRATI IN VENETO: NE PARLANO CGIL E SPI IL 9 FEBBRAIO

L’immigrazione in Veneto è sempre più femminile (53%), sempre più europea (58%) e non è in crescita (-2,5% in un anno).
Il dato riflette un calo di attrattività della regione che dal 2008 al 2016 ha perso 5.537 maschi di origini straniere di cui 2.971 lavoratori assicurati all’Inps. Nel contempo sono aumentate le donne (+36,361) soprattutto quelle provenienti dai paesi dell’est europeo che da sole sono arrivate a rappresentare il 33,10% dell’intera popolazione immigrata. Insomma, più badanti e meno operai, a dimostrazione del fatto che i flussi migratori si dirigono laddove c’è domanda di lavoro ed il Veneto, uscito dalla lunga crisi ed ancora connotato da precarietà, non sembra più una meta ricercata.

continua a leggere

DIRITTI E LAVORO NELLO SPORT: INCONTRO A MOGLIANO

“Come tutelare i diritti ed il lavoro nel mondo dello sport”, questo il tema dell’incontro organizzato da Cgil Veneto, Slc e Nidil per venerdì 2 febbraio (ore 8,30) a Mogliano (villa Braida). L’iniziativa riguarda in particolare le collaborazioni sportive ed i pericoli di sfruttamento dei lavoratori, recentemente segnalati da Nidil a livello nazionale, in relazione ai quali viene avviato un progetto di sperimentazione nel Veneto.

continua a leggere

NO ALLA SEPOLTURA DEI FETI. RISPETTO PER LE DONNE

La Segreteria Nazionale e Veneta della CGIL sono intervenute sulla decisione del Consiglio regionale veneto di dare sepoltura ai feti, un atto che rappresenterebbe una violenza psicologica sulla sensibilità delle donne, soprattutto se hanno scelto di interrompere volontariamente la gravidanza.

La Regione si preoccupi piuttosto della della piena attuazione della Legge 194 che in Veneto presenta ritardi e lacune.

Questo il testo del comunicato.

LA CGIL VENETO PARTECIPETRÀ ALLA MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA DEL 9 DICEMBRE A COMO

Dichiarazione del Segretario generale Christian Ferrari

Gli episodi intimidatori e squadristi di stampo Nazi-Fascista hanno ormai cadenza quasi quotidiana. È di ieri la gravissima minaccia alla libertà di stampa messa in scena da Forza Nuova ai danni dei giornalisti di Repubblica e l’Espresso. È di quest’estate l’episodio della spiaggia fascista di Chioggia, in cui imperversavano simboli e parole che si richiamavano a un regime criminale che ha insanguinato l’Italia nel secolo scorso. Quanto avviene ogni domenica negli stadi italiani riempie ormai settimanalmente le cronache dei mezzi di informazione. È di qualche settimana fa l’aggressione ad un giornalista della Rai avvenuta a Ostia, dove l’intreccio tra movimenti fascisti e criminalità organizzata è sotto gli occhi di tutti.
Ma sono molte altre le violenze fisiche subite da cittadini migranti, da senza fissa dimora, da chi viene considerato dall’estrema destra un avversario politico. Alcuni di questi episodi hanno avuto esiti tragici, basti pensare a quanto avvenuto a Fermo l’estate del 2016. Tutto ciò dimostra come tra le parole di odio e di intolleranza e le azioni concrete il passaggio sia molto più veloce di quanto si pensi.
continua a leggere

BILANCIO DELLA REGIONE: NON SI DANNEGGINO I VENETI

“Siamo di fronte ad un bilancio regionale che per tutelare pochi danneggia la grande maggioranza dei cittadini veneti”. Lo dice il Segretario Generale della CGIL Veneto, Christian Ferrari, facendo presenti i tagli che incidono sulla carne viva del tessuto sociale della regione, impoverito dalla crisi. C’è un’altra possibilità, ed è un’addizionale Irpef calibrata a carico della popolazione più ricca che consenta il recupero delle risorse necessarie ad affrontare le criticità.

continua a leggere

BILANCIO DELLA REGIONE: LE OSSERVAZIONI DELLA CGIL

La Cgil del Veneto ha inviato al Presidente ed ai componenti della Prima Commissione del Consiglio regionale una nota di osservazioni al bilancio regionale in cui sono presenti proposte di integrazione e di modifica.
In particolare sono stati presi in esame tutti i documenti relativi alle leggi e deliberazioni venete in materia finanziaria, assumendo così un quadro completo di riferimento.

Il documento con le osservazioni