ASSEMBLEA DELLE DONNE CGIL PER LA PARITÀ DI GENERE

“Belle Ciao”, l’assemblea nazionale delle donne della Cgil si terrà sabato 6 ottobre al Global Theatre di Villa Borghese a Roma per lanciare, come spiega Loredana Taddei della Cgil nazionale, “una piattaforma di genere”.
Il documento si basa su cinque punti: occupazione, disparità salariale, conciliazione e condivisione, welfare, molestie e violenze. “Sono i cinque macro-temi alla radice della mancata parità di genere – spiega la sindacalista – e hanno come filo conduttore il lavoro e il contrasto alle disuguaglianze. Viviamo in un sistema economico-sociale e culturale che penalizza le donne in modo particolare. Serve una svolta anche della nostra organizzazione che, come tutto il resto d’Italia e del mondo, è ancora troppo maschilista”.

continua a leggere

METALMECCANICI: VARATO UN DOCUMENTO PER LA SICUREZZA

Sala piena all’hotel Crowne Plaza di Limena per l’assemblea dei delegati (Rsu ed Rls) di Fiim Fiom Uilm del Veneto sui temi della sicurezza nel lavoro che si è conclusa con il varo di un documento su cui si baserà una nuova fase di iniziativa da sviluppare nei confronti delle imprese, degli organismi di vigilanza, delle istituzioni.
Alla ripresa, ha esordito aprendo i lavori il Segretario Generale della Fiom del Veneto, Luca Trevisan, non corrisponde un analogo incremento dell’occupazione più stabile e tutelata. E la sicurezza resta una piaga nel mondo del lavoro veneto.

continua a leggere

BASTA MORTI SUL LAVORO: 350 DELEGATI SINDACALI VENETI IN ASSEMBLEA

Hanno già fatto due iniziative di sciopero a livello regionale ed ora Fim Fiom Uilm si troveranno in assemblea con 350 delegati per mettere a punto un’iniziativa articolata su più livelli e con più interlocutori per contrastare la piaga degli infortuni e delle morti sul lavoro che costa ogni anno al Veneto una media di 100 vittime e 75.000 lesioni di varia entità, a volte gravi ed invalidanti.
L’appuntamento è per giovedì 22 marzo a Limena, all’hotel Crowne Plaza, con inizio alle ore 9.

continua a leggere

RLS ED RSU DEL VENETO IN ASSEMBLEA PER LA SICUREZZA IL 22 MARZO

Con un’assemblea generale dei delegati Rls ed Rsu del Veneto, organizzata per il 22 marzo a Limena (hotel Crowne Plaza, ore 9), i sindacati dei metalmeccanici Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm Uil segneranno un ulteriore passo nella vertenza sulla salute e sicurezza nel lavoro in regione. Dopo le due iniziative di sciopero proclamate nei mesi scorsi a seguito degli infortuni mortali avvenuti all’acciaieria Aso di Vallese (Verona) e all’acciaieria Beltrame di Vicenza, le organizzazioni sindacali daranno il via ad un momento di dibattito con le proprie rappresentanze nei luoghi di lavoro sulla preoccupante situazione in atto e sul peggioramento della condizione di lavoro e di sicurezza.

continua a leggere

MERCI E LOGISTICA: CONTRATTO APPROVATO IN VENETO

Approvato nel Veneto, dopo due mesi di consultazioni, il contratto della logistica e del trasporto merci. Lo annunciano i Segretari regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, Renzo Varagnolo, Claudio Capozucca, Daniele Zennaro che parlano di un “risultato importantissimo per la forte partecipazione alle assemblee, per l’approvazione senza se e senza ma del contratto, per la responsabilità della rappresentanza dei lavoratori del settore che nel Veneto si conferma e continuerà a crescere nel legame con Filt, Fit, Uiltrasporti.”
Sull’accordo, sottoscritto da Filt, Fit e Uiltrasporti i primi di dicembre, dopo 2 anni di trattativa, si sono pronunciati in regione 5.163 lavoratori in circa 200 assemblee. I favorevoli sono stati 4.542, pari all’88%, mentre i contrari si sono fermati a quota 562 (10,8%) e gli astenuti sono stati 59.

continua a leggere

ARPAV: QUOTE DI RETRIBUZIONE BLOCCATE. FP RICORRE ALLE VIE LEGALI

La Fp Cgil sta predisponendo una vertenza legale per l’incremento del fondo contrattuale di Arpav ed il recupero di quote di retribuzione dovute ai lavoratori (un migliaio fra ex dipendenti e personale attualmente in forza) dal 1999 ad oggi.
Assemblee sono programmate dal 2 all’8 febbraio in tutte le sedi Arpav per raccogliere i mandati dei lavoratori (devono essere individuali) per dare il via alla causa legale.

continua a leggere