SICUREZZA SUL LAVORO: 400 METALMECCANICI DOMANI A VENEZIA

Sarà a Palazzo Ferro Fini (e non più a Palazzo Balbi) l’incontro dei sindacati dei metalmeccanici convocato per domani, martedì 22 maggio, con gli assessori alla Sanità e al Lavoro, Coletto e Donazzan, sui temi della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Le richieste che Fim Fiom Uilm presenteranno alla Regione saranno sostenute e rafforzate da un nutritissimo presidio cui parteciperanno circa 400 delegati Rsu/Rls provenienti da tutto il Veneto.

Fin dalla prima mattina delegati sindacali e responsabili alla sicurezza partiranno per Venezia dove daranno vita al corteo che si formerà dalle ore 9 a piazzale Roma e si dirigerà verso la sede del Consiglio regionale (dove per altro è all’ordine del giorno proprio per domani una proposta circa l’aumento degli ispettori dello Spisal), passando per campo Santa Margherita ed il ponte dell’Accademia.
Davanti a Palazzo Ferro Fini terranno il presidio che durerà fino alla fine dell’incontro (è previsto per le 10.30) al quale per Fim Fiom Uilm parteciperanno delegazioni guidate dai Segretari regionali Massimiliano Nobis, Luca Trevisan. Carlo Biasin.

L’iniziativa di domani fa seguito allo sciopero regionale dei metalmeccanici di 2 ore (4 nella provincia di Padova) tenutosi venerdì scorso che ha registrato altissime adesioni, a dimostrazione di quanto sia sentito il tema della sicurezza all’interno delle fabbriche. Un tema che i sindacati dei metalmeccanici regionali hanno sollevato da tempo e su cui hanno elaborato un documento specifico per la categoria, varato al termine dell’assemblea generale degli Rls ed Rsu del 22 marzo. Richieste che ora presenteranno alla regione per quanto di sua competenza.