EX VENETO AGRICOLTURA: PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE DI VENEZIA

La manifestazione organizzata da Cgil Cisl Uil di categoria è a sostegno della causa pilota intentata per il riconoscimento contrattuale.
Sarà anche l’occasione per portare all’attenzione il piano di riorganizzazione dell’ente che prevede tagli di sedi e affidamento ai privati di parte del know how.

continua a leggere

PIL ITALIANO ANCORA INDIETRO MENTRE L’EUROPA CRESCE

In Italia il calo del Pil è stato più forte della media Ue e la ripresa è più lenta: nel 2016 si pone ancora sotto (-7%) il livello pre-crisi (2007). Invece per Francia e Germania nel 2016 il valore del Pil supera, rispettivamente, del 5,2% e del 9,4% quello del 2007. Anche la Spagna, che pure ha sofferto, nel 2016 ha recuperato quasi completamente (-0,5% sul 2007). Le proiezioni indicano il Pil italiano nel 2018 ancora cinque punti sotto il valore 2007.
A dirlo è la ricerca Lavoro e capitale negli anni della crisi: l’Italia nel contesto europeo, realizzata dalla Fondazione Di Vittorio e curata da Giuliano Ferrucci.

continua a leggere

ILVA: IN SCIOPERO CONTRO IL PIANO LACRIME E SANGUE

Sciopero anche a Marghera dei lavoratori dell’Ilva, il 9 ottobre, a fronte del piano lacrime e sangue presentato dall’azienda.
La fabbrica si è svuotata mentre i lavoratori all’esterno hanno distribuito volantini per evidenziare la situazione che vede minacciati 4.000 posti di lavoro (su 14.000) a livello di gruppo, nell’ambito dei quali il sito veneziano (ormai ridotto ai minimi termini ristrutturazione dopo ristrutturazione) perderebbe 35 addetti su 80.

continua a leggere

MELEGATTI A RISCHIO. LAVORATORI DAL PREFETTO

Materie prime che mancano, lavoratori da due mesi senza stipendio ed ora la cassa integrazione. Tra i lavoratori della Melegatti (90 diretti e 230 stagionali tra i due stabilimenti di San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo) la preoccupazione è alle stelle. L’azienda è in crisi di liquidità e se non si opera velocemente un aumento di capitale (per il 30 ottobre è convocata l’assemblea straordinaria dei soci) rischia di saltare la campagna natalizia proprio nello storico marchio che ha inventato il pandoro.

continua a leggere

CREDITO COOPERATIVO: NO AI LICENZIAMENTI

Il Coordinamento Nazionale FISAC CGIL Credito Cooperativo ha preso posizione sui licenziamenti effettuati da Federazione Veneta di lavoratori della ex Banca Padovana.
“Apprendere – scrive in una lettera aperta – che per due di questi lavoratori, dopo appena un anno e qualche mese dalla cessione, intervenuta in forza dell’accordo sindacale, la Federazione Veneta delle Banche di Credito Cooperativo decide il licenziamento per insussistenza della possibilità di impiegare utilmente detti lavoratori in una qualsiasi posizione lavorativa, ciò anche in ragione dell’intervenuta riforma del settore bancario che ha interessato direttamente il Credito Cooperativo, ci lascia indignati e stupiti!”

continua a leggere

SPIAGGIA DI SOTTOMARINA: LA CGIL RIBADISCE LA CONDANNA AL FASCISMO

Con una netta presa di posizione la Cgil del Veneto e di Venezia esprimono la più netta contrarietà al comportamento del titolare della spiaggia Punta Canna di Sottomarina che inneggiava al regime fascista sul tratto di arenile che ha in concessione.
Sulla vicenda, la Procura ha presentato richiesta di archiviazione (su cui ora dovrà esprimersi il Gip) per l’ipotesi di reato di apologia del fascismo in violazione della legge Scelba, sostenendo che perché ci sia il reato è necessario che siano messe in atto attività di proselitismo e di pericolo per lo Stato e l’istituzione democratica.
Ciò in ogni caso non fa venir meno la gravità degli atti, delle parole, dei cartelli del titolare della spiaggia, offensive della democrazia e dei valori su cui si fonda la Repubblica italiana.
Ed è in nome di questi che la Cgil ribadisce la propria ferma condanna.

continua a leggere